Home Alunni Boom di 100 e 100 e lode in una sola classe a...

Boom di 100 e 100 e lode in una sola classe a Lecce: ecco i “magnifici sei” [INTERVISTA]

CONDIVIDI

Il voto a scuola, si sa, non sempre è indicatore perfetto della preparazione. Ma gli insegnanti devono comunque valutare i propri studenti. E’ vero che chi ottiene il massimo non sarà necessariamente il migliore e, viceversa, chi non arriva a grandi risultati non è detto che non possa diventare un “vincente”. Ma se ottieni il diploma con il massimo dei voti, lode compresa, è giusto godersi la soddisfazione.
Soddisfazione che stanno provando i sei centisti della classe 5As, opzione scienze applicate, del Liceo Scientifico “Enrico Medi” di Galatone, in provincia di Lecce.

Infatti, mentre sta avendo successo l’iniziativa de La Tecnica della scuola, 100 alla maturità, abbiamo scovato nella scuola pugliese il caso dei “magnifici sei” che ha fatto faville alla maturità. Gli studenti si chiamano Alessio Chirivì, Emanuele Musto, Samuele Rizzo, Alberto Potenza, Marco Manieri e Federica Giglio. Di questi, i primi 3 hanno anche ottenuto la lode. A La Tecnica della Scuola hanno raccontato la loro esperienza e i prossimi obiettivi che si sono prefissati.

Avete concluso il percorso scolastico con il massimo dei voti. Come vi siete preparati alla maturità? Avete organizzato gruppi di studio?

ICOTEA_19_dentro articolo
Ciascuno di noi ha intrapreso una preparazione personale e mirata soprattutto alle materie in cui un ripasso
generale avrebbe sicuramente aiutato a rispolverare gli argomenti più vecchi, ovvero quelli affrontati ad inizio anno.
Avevamo pensato all’idea di organizzare dei gruppi studio, ma avendo ciascuno i proprio ritmi e priorità diverse abbiamo
preferito continuare individualmente, confrontandoci e aiutandoci quando necessario.

Raccontateci qualche episodio o un momento particolare che ha segnato la vostra carriera di studenti

Sicuramente ciò che ha segnato maggiormente la nostra vita da studenti è stato il viaggio-studio a Galway(Ireland), organizzato dalla nostra professoressa di Inglese, grazie ad un progetto proposto dalla nostra scuola. Sono state 3 settimane particolarmente emozionanti ed intense che ci hanno permesso di immergerci nella cultura irlandese e soprattutto di approfondire la nostra amicizia.

 

Com’è andato il percorso di alternanza scuola lavoro?

L’alternanza scuola lavoro è stata per noi un’esperienza abbastanza interessante e coinvolgente, grazie anche all’impegno e alla collaborazione dei nostri professori che ci hanno assicurato delle attività stimolanti e coerenti con il nostro percorso di studi.
Nell’ultimo anno alcuni di noi, come attività di alternanza, hanno partecipato ad un concorso istituito dal INFN(Istituto Nazionale
Fisica Nucleare) ossia il “Premio Asimov”, che peraltro ha visto come vincitori due nostri compagni.

 

I ragazzi, proseguiranno gli studi all’Università per continuare la loro formazione in vista del futuro lavorativo: Alessio Chirivì seguirà il corso di management all’Università Bocconi, Marco Manieri si è iscritto ad ingegneria dell’informazione, mentre gli altri “quattro compagni di 100”, hanno deciso di iscriversi alla facoltà di medicina.

Infine, gli studenti non dimenticano chi li ha accompagnati fino a questo punto del loro percorso, ovvero i loro insegnanti: la professoressa di Italiano, Luana Maglio, per  la pazienza e l’affetto dimostratoci nel corso di questi 5 anni; la professoressa di Inglese, Antonella Lerario, che più che un’insegnante è stata per noi un punto di riferimento; la professoressa di Fisica, Maria Teresa Martina, per la competenza e la professionalità che l’hanno sempre caratterizzata; il nostro professore di Scienze Motorie, Claudio Vese, per l’appoggio ricevuto soprattutto negli ultimi difficili mesi. Ovviamente ci teniamo anche a ringraziare tutti gli altri professori della 5As che ci hanno accompagnati in questo lungo viaggio.