Home Mobilità Mobilità 2022/23, le indicazioni delle preferenze

Mobilità 2022/23, le indicazioni delle preferenze

CONDIVIDI

Le 15 preferenze esprimibili nelle domande di mobilità territoriale e professionale sono: circoli e scuole (preferenze  analitiche o puntuali), Distretti, Comuni, Province (preferenze sintetiche).

La preferenza sintetica consente di partecipare al trasferimento per tutti i circoli o le scuole ubicati rispettivamente nel Distretto, nel Comune, nella Provincia.
Nei trasferimenti non sono valide le preferenze coincidenti o comprensive della scuola di titolarità del docente.

Icotea

Ad esempio: il docente titolare del Liceo Classico Genovesi di Napoli (Distretto 47) nel trasferimento a domanda non potrà né indicare il distretto 47 né il Comune di Napoli né la Provincia di Napoli.
Ci sono Comuni che comprendono uno o più Distretti, mentre ci sono Distretti che comprendono uno o più Comuni.
Ad esempio, il Comune di Napoli comprende i Distretti da 40 a 49, il Distretto 25 comprende i Comuni di Pozzuoli, Baia e Bacoli.

Nel caso che nel Distretto esista un solo Comune, sarà opportuno indicare la preferenza sintetica Comune. Nel caso nel Comune esista un solo circolo o una sola scuola, sarà opportuno indicare la preferenza analitica (circolo o scuola).
Si tenga conto che in fase comunale i docenti trasferiti con preferenza sia analitica sia sintetica sono vincolati per tre anni nella scuola ottenuta per trasferimento.

Nella fase intercomunale provinciale dei trasferimenti,  i docenti trasferiti con preferenza analitica sono vincolati per tre anni nella scuola ottenuta per trasferimento, mentre se sono trasferiti con una preferenza sintetica non sono vincolati per tre anni nella scuola ottenuta con trasferimento.
I docenti trasferiti nella terza fase dei trasferimenti (trasferimenti interprovinciali tra province diverse) sono invece vincolati per tre anni nella scuola ottenuta per trasferimento sia con preferenza analitica sia con preferenza sintetica. 

Per un quadro completo su i trasferimenti e i vincoli, prima di indicare le preferenze nel modulo domande, si consultino le faq già pubblicate che descrivono la varia e aggiornata casistica sui vincoli per I trasferimenti e i passaggi ora  previsti dai commi dell’art.2 del CCNI 22/25 del 27.1.2022.
L’indicazione di una preferenza sintetica comporta che la mobilità può essere disposta per un qualsiasi circolo o per una qualsiasi scuola compresi rispettivamente nel Distretto, nel Comune, nella Provincia.

Qualora la domanda di mobilità sia soddisfatta mediante una preferenza sintetica (es. Distretto) al docente è assegnato il primo circolo o la prima scuola con posto disponibile in quel Distretto secondo l’ordine risultante dal Bollettino Ufficiale delle scuole della Provincia aggiornato all’anno scolastico in cui si presentano le domande di mobilità, salvo che esistano altri circoli e altre scuole nell’ambito del medesimo Distretto e il circolo o la scuola che sarebbe stata assegnata, secondo il criterio sopra indicato, sia stato/a richiesto/a da un altro aspirante al movimento con un punteggio inferiore mediante una preferenza analitica (circolo, scuola).

Per l’indicazione delle preferenze per coloro che usufruiscono delle precedenze di cui al comma 1 dell’art.13 del CCNI, (cosiddetto sistema delle preferenze) si consiglia la consultazione delle Faq che pubblicheremo nei prossimi giorni.