Home Personale Mobilità, cosa cambia per il personale Ata

Mobilità, cosa cambia per il personale Ata

CONDIVIDI

Nei prossimi giorni arriverà la firma (dopo l’approvazione della legge di bilancio) sul contratto che disciplinerà i movimenti nel mondo della scuola.

Il contratto avrà durata triennale ma la mobilità resta annuale.

Tra le novità principali troviamo quella che prevede un’unica data di pubblicazione per tutti movimenti di tutti gli ordini e gradi di scuola.

In mezzo alla notizia

Cosa cambia per il personale Ata

Per il personale educativo e ATA non ci sono sostanziali modifiche.

Le novità, così come segnala la Uil Scuola, riguardano due profili: il primo sono gli immessi in ruolo nel profilo professionale di assistente amministrativo e tecnico, di cui all’articolo 1, comma 619, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (ex co.co.co e LSU della provincia di Palermo) al quale è assegnata la titolarità nella la scuola con la quale hanno stipulato il contratto individuale.

Novità anche per i transitati nei ruoli statali da altri comparti a decorrere dall’ a. s. 2017-2018. Tale personale parteciperà alla mobilità territoriale e professionale a partire dal prossimo anno scolastico.