Home Archivio storico 1998-2013 Generico Mobilità, il punto sulle trattative

Mobilità, il punto sulle trattative

CONDIVIDI
  • Credion

Poche le novità in cantiere per la mobilità di quest’anno.
In un paio di incontri, che si sono tenuti il 9 e il 10 dicembre scorso, le parti hanno deciso di confermare sostanzialmente la disciplina pattizia attualmente in vigore.

Fatta eccezione per la norma che consente ai docenti soprannumerari di mantenere la titolarità della sede, per un anno oltre l’insorgenza della situazione di soprannumerarietà.

La clausola contrattuale, infatti, sarà cancellata perché, quest’anno, ha dato luogo all’impossibilità di trovare una sistemazione definitiva ad almeno 1000 docenti soprannumerari.

Nulla di fatto, invece, per la disciplina relativa al trattamento degli esuberi, che dovrà essere introdotta per dare attuazione all’articolo 35 della Finanziaria di quest’anno.
Stando a quanto si è appreso da fonte sindacale, l’Amministrazione non sarebbe stata ancora in grado di formulare alcuna proposta. E dunque, la discussione è stata rimandata ad una successiva fase negoziale, distinta da quella in corso. Quest’ultima, peraltro, dovrebbe concludersi in tempi brevissimi.

La data utile concordata con l’impresa che gestisce i servizi informativi del Ministero, infatti, è stata fissata, al più tardi, al 15 gennaio prossimo.

Le date di presentazione delle domande dovrebbero aggirarsi intorno ai termini fissati l’anno scorso: 14 febbraio per i docenti e 21 febbraio per gli Ata.