Home Attualità Monopattino sempre più usato dagli studenti, ma poco sicuro. Le proposte al...

Monopattino sempre più usato dagli studenti, ma poco sicuro. Le proposte al vaglio

CONDIVIDI
  • Credion

Il monopattino elettrico si sta diffondendo sempre più nelle strade italiane. Sono ormai tanti a possederne uno, specie per quel che riguarda una fetta di giovani delle grandi città.

Tuttavia, le problematiche per l’uso di questo mezzo non mancano. L’incidente che è costato la vita ad un 13enne di Sesto San Giovanni qualche giorno fa, ha posto alcune tematiche riguardo la sicurezza del mezzo a due ruote. Il sindaco del Comune alle porte di Milano ha firmato un’ordinanza che prevede l’obbligatorietà del casco e la riduzione dei limiti di velocità (20 chilometri orari su piste ciclabili, 5 nelle aree pedonali). Per chi non rispetterà queste norme, previste sanzioni amministrative.

L’episodio del 13enne ha aperto il dibattito. Il ragazzino non indossava il casco e probabilmente andava ad una velocità sostenuta, prima di cadere, battendo la testa. Ma i morti da inizio anno sono già 5, centinaia i feriti e più di 500.

Le regole attuali

La legge in vigore, espone alcuni vincoli. Il conducente deve avere almeno 14 anni di età e sotto i 18 deve indossare obbligatoriamente il casco. Il limite di velocità è di 25 km orari, 6 km nelle zone pedonali e divieto di circolare nelle strade extraurbane. Per circolare al buio il monopattino deve possedere campanello, luci bianche e catadiottri posteriori.

Ciò che però chiedono sindaci e governatori è che l’uso dei monopattini venga regolamentato da una legge. In assenza di questa, molti Comuni e Regioni si stanno organizzando con ordinanze ad hoc. Si chiede che infatti che i mezzi vengano equiparati a ciclomotori con un attestato di abilitazione e l’obbligo del casco.

La proposta di legge

Una la proposta di legge al vaglio del Parlamento. È quella di Roberto Rosso di Forza Italia. Il testo prevede vari limiti come l’uso del mezzo “liberamente” dai 18 anni in su, casco protettivo e uso di giubbotto o bretelle retroriflettenti. Dai 14 ai 18 anni chi non ha il patentino della moto, dovrà prendere un patentino apposito. Tutti avranno assicurazione obbligatoria (seppur con una spesa modica annuale), e una sorta di targa che possa consentire di risalire al mezzo. Per il monopattino previsto anche un regolatore che permetta di non superare i limiti imposti dalle regole (20 km orari e 6 in area pedonale). Obbligo anche di procedere in un’unica fila e non trasportare passeggeri, oggetti o animali. Vietato percorrere il marciapiede (dove sarà necessario portare il mezzo a mano).