Home Sicurezza ed edilizia scolastica Nel 2015 si muore ancora per tumore da amianto presente negli edifici...

Nel 2015 si muore ancora per tumore da amianto presente negli edifici scolastici

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Ci sono pure 63 casi morti per tumore sviluppato a scuola tra i 4.500 riscontrati nell’ultimo triennio dall’Osservatorio nazionale sull’amianto per l’esposizione alla pericolosa sostanza.

L’amianto, ancora presente in Italia in tantissimi edifici, è infatti causa diretta dello sviluppo del mesotelioma. E il trend è addirittura in aumento. La onlus ha censito 20.629 casi per il periodo 1993-2011 (tenendo presenti anche i dati del IV Rapporto mesoteliomi, fermo al 2008 e reso pubblico dall’Inail nel 2012), rilevando 4.520 casi per i tre anni dal 2009 al 2011: 1.480 nel 2009, 1.516 per il 2010 e 1.524 nel 2011.

ICOTEA_19_dentro articolo

Per circa 15mila di tali casi l’Ona ha individuato specifiche esposizioni ad amianto e torna a insistere affinché si dia corso ad azioni più efficaci di prevenzione e tutela, come quelle indicate nel Piano nazionale amianto della stessa onlus. Tra i casi di mesotelioma censiti dall’Ona i picchi di morti si registrano nell’edilizia (15,2%), nell’industria metalmeccanica (8,3%) e in quella tessile (6,7%). Numerose anche quelle nella difesa militare (621). In numero minore ma non meno preoccupante i casi registrati nel settore della scuola (63).

“Il trend dei mesoteliomi è in continuo aumento – dichiara il presidente dell’Ona, Ezio Bonanni – ed è solo la punta dell’iceberg: tenendo presente che i casi di tumore al polmone sono almeno il doppio e che l’amianto provoca anche altri tipi di tumori (a laringe, ovaie, tratto gastrointestinale, ecc.) e asbestosi, l’Ona stima tra 5mila a 6mila i decessi che l’amianto provoca solo in Italia (più di 110mila in tutto il mondo) ogni anno”.

“E’ necessario – chiede Bonanni – che lo Stato e le singole articolazioni territoriali si attivino, valorizzando le autonomie locali, le associazioni e gli ordini professionali, al fine di elaborare singoli progetti di bonifica, riqualificazione dei territori e ammodernamento infrastrutturale e delle strutture industriali”.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola

Preparazione concorso ordinario inglese