Home Archivio storico 1998-2013 Riforme Non abolite il rappresentate di classe! E l’Age raccoglie 2.000 firme

Non abolite il rappresentate di classe! E l’Age raccoglie 2.000 firme

CONDIVIDI
  • GUERINI

Dice infatti Rita Di Goro, presidente di Age Toscana: “E’ gravissimo abolire una figura come quella del rappresentante di classe che esiste dal 1974 e verrebbe cancellata dopo quasi quarant’anni. Il rappresentante di classe ha una funzione sociale importantissima, serve da collante tra scuola e famiglie ed è un punto di riferimento per tutte le famiglie che vogliono esprimere le proprie perplessità ma che non sempre hanno tempo di recarsi a scuola”.
Nella petizione, si chiedono nello specifico i seguenti punti: 
rilancio del ruolo dei rappresentanti dei genitori e degli studenti nel consiglio di classe quale nodi fondamentali della comunità educante;
 promozione e sostegno, da parte delle istituzioni scolastiche, dell’associazionismo dei genitori, degli studenti, degli insegnanti;
centralità del consiglio di istituto negli indirizzi, nell’adozione e nella valutazione del piano dell’offerta formativa;
pariteticità di rappresentanza fra docenti e genitori; 
presidenza del consiglio di istituto affidata a un genitore;
rivalutazione delle attuali componenti scolastiche con presenza all’interno del consiglio;
partecipazione di esterni solo in veste consultiva;
 istituzione di nuclei di valutazione delle scuole dell’autonomia, nei quali siano presenti i genitori, in quanto espressione dei cittadini e degli utenti del servizio pubblico, nonché principali finanziatori dell’offerta formativa;
permessi lavorativi per la partecipazione alle sedute degli OO.CC;
 azioni continue di formazione dei membri degli organi collegiali, anche attraverso le Associazioni dei genitori e i loro Forum.
Per firmare la basta andare sul sito http://www.agetoscana.it/ e seguire le indicazioni.