Home Mobilità Notifiche mobilità arriveranno su posta elettronica dei docenti

Notifiche mobilità arriveranno su posta elettronica dei docenti

CONDIVIDI

Siamo agli sgoccioli per la scadenza dei termini di presentazione di domanda di mobilità 2017/2018. Fra due giorni scadono i termini e si pensa già alle notifiche.

È utile sapere che dopo la scadenza dei termini di presentazione delle domande di mobilità, partirà, da parte degli uffici scolastici provinciali, la verifica delle domande e dei relativi allegati.

ICOTEA_19_dentro articolo

L’ufficio scolastico provinciale che si prenderà cura della domanda di mobilità di ogni singolo aspirante è quello riferito alla scuola, ambito o provincia di titolarità.

Una volta esaminate le domande di mobilità e i relativi allegati, l’ufficio scolastico competente invierà nell’archivio delle istanze on line l’atto di notifica della validazione del punteggio della domanda di mobilità. Bisogna quindi fare attenzione a tale notifica, perché ci sono 10 giorni di tempo per presentare reclamo, caso mai non fosse stato considerato il punteggio per come richiesto nella domanda di mobilità.

L’insegnante ha facoltà di far pervenire all’Ufficio territorialmente competente, entro 10 giorni dalla ricezione e comunque entro il quinto giorno utile prima dell’inserimento a SIDI delle domande del rispettivo ordine di scuola, motivato reclamo, secondo le indicazioni contenute nel C.C.N.I. sulla mobilità. L’ufficio competente, esaminati i reclami, apporta le eventuali rettifiche ove ritenga di accogliere i medesimi dandone notifica solo in tal caso all’interessato. Avverso le valutazioni delle domande non sono possibili ulteriori modalità di reclamo. Scaduti i 10 giorni dall’atto di notifica, il punteggio notificato risulta essere stato accettato dall’aspirante alla mobilità e quindi viene confermato a sistema.

Infine al personale che ha ottenuto il trasferimento o il passaggio viene data comunicazione del provvedimento presso l’Ufficio territorialmente cui è stata presentata la domanda e per posta elettronica all’indirizzo inserito all’atto della registrazione nel portale ISTANZE ON LINE.