Home Archivio storico 1998-2013 Generico Nuove abilitazioni riservate e valore abilitante ai diplomi Ssis

Nuove abilitazioni riservate e valore abilitante ai diplomi Ssis

CONDIVIDI
  • Credion

I docenti precari che hanno maturato 360 giorni di servizio entro il 27 aprile 2000 saranno ammessi a partecipare ad un’apposita sessione riservata di esami per il conseguimento dell’abilitazione o idoneità e coloro che supereranno le prove saranno inseriti, a domanda, nelle graduatorie permanenti. Detta inclusione avverrà all’atto dell’integrazione delle graduatorie permanenti in relazione all’espletamento dei concorsi a cattedre per esami e titoli nella scuola secondaria banditi nel 1999 e nel medesimo scaglione previsto per coloro che superano i predetti concorsi ordinari.
Identico beneficio di inserimento, a domanda, nelle graduatorie permanenti è concesso agli aspiranti che superano l’esame di Stato che si sostiene al termine del corso svolto dalle Scuole di specializzazione (Ssis).

Via libera della commissione cultura del Senato alla conversione in legge del decreto interministeriale n. 240/2000 recante disposizioni sull’avvio dell’anno scolastico. La Commissione ha approvato il testo il 27 settembre, apportando alcune modifiche, tra cui l’istituzione di un’ulteriore sessione riservata e l’attribuzione del valore abilitante ai diplomi conseguiti presso le Siss.

Le novità sono contenute in alcuni emendamenti approvati giovedì scorso in sede di discussione del disegno di legge n. 4792: il testo normativo che prevede la conversione in legge del decreto-legge 28 agosto 2000, n. 240, recante disposizioni urgenti per l’avvio dell’anno scolastico 2000/2001. Il provvedimento va incontro alle esigenze dei precari che avevano mancato di poco l’acquisizione del requisito di servizio fissato dall’articolo 2, comma 4, della legge 3 maggio 1999, n. 124. E cioè il possesso di  almeno 360 giorni nel periodo compreso tra l’anno scolastico 1989/90 e la data di entrata in vigore della legge (25 maggio 1999), di cui almeno 180 giorni a decorrere dall’anno scolastico 1994/95. La Commissione Cultura ha approvato anche un emendamento che dispone un finanziamento di 9 miliardi a favore di Accademie ed istituti di Alta Formazione musicale privati.