Home Attualità Nuovo Dpcm, i contagi preoccupano, si valutano misure e nuove zone rosse

Nuovo Dpcm, i contagi preoccupano, si valutano misure e nuove zone rosse

CONDIVIDI
  • Credion

Si va sempre più verso una nuova stretta anti-Covid. I numeri dei contagi rimangono alti e il tasso di positività si è attestato al 7,6%. Dati che vengono monitorati giorno dopo giorno, ma che impongono sempre più misure restrittive. Da oggi, 8 marzo, la Campania e l’Emilia-Romagna sono passate in zona rossa, e nuove Regioni rischiano di seguirle presto.

A pochi giorni dall’entrata in vigore del nuovo Dpcm si discute sull’opportunità di rafforzare le misure restrittive e questa settimana potrebbe essere decisiva.

Icotea

Nel pomeriggio nuovo vertice tra i ministri, gli esperti del Comitato Tecnico Scientifico e il nuovo commissario straordinario Figliuolo. Si valuterà se l’andamento del contagio meriti di uniformare le regole e rafforzare le misure della zona gialla, già entro il prossimo fine settimana, con nuove regioni che potrebbero finire in zona rossa. Tra le ipotesi anche quella di anticipare il coprifuoco alle 19 o alle 20. e quella di far valere la regola dei 250 contagiati ogni 100mila persone, applicata per la scuola, anche per far scattare la zona rossa.

Relativamente alla scuola, il ministro Patrizio Bianchi incontrerà gli esperti del Cts e dell’Iss per valutare le soluzioni, con alcuni governatori che spingono verso una chiusura totale delle scuole.