Home Archivio storico 1998-2013 Generico Pensione più facile con la totalizzazione

Pensione più facile con la totalizzazione

CONDIVIDI
  • GUERINI

Il 24 maggio la XI commissione permanente (Lavoro pubblico e privato) ha adottato come testo base per la discussione il testo unificato dei disegni: C. 998 Poli Bortone, C. 1554, Copercini, C. 6235 Delbono, C. 6294 Pagliarini sulla totalizzazione dei periodi contributivi. “Per “totalizzazione” – si legge nel dispositivo – si intende il computo di tutti i periodi assicurativi e contributivi accreditati ad un medesimo soggetto presso le diverse gestioni previdenziali, ai fini del conseguimento del diritto alla pensione e per la determinazione della misura della stessa, ancorché tali periodi, separatamente considerati, non soddisfino i requisiti minimi stabiliti dagli ordinamenti delle singole gestioni”. Nella relazione introduttiva il relatore, on. Emilio Delbono (PD-U) ha sottolineato che l’opera di riduzione ad unità degli spunti offerti dalle diverse proposte di legge ha condotto a risultati condivisi, almeno in linea di principio, da tutti i gruppi.
“L’obiettivo che ha orientato il lavoro del Comitato ristretto – ha detto il relatore – e che corrisponde anche alle indicazioni contenute in alcune pronunce della Corte costituzionale, è quello di realizzare condizioni di maggiore equità del sistema previdenziale, consentendo ai lavoratori di cumulare, ai fini della liquidazione di un’unica pensione, le anzianità contributive maturate presso gestioni diverse, senza dover sopportare gli oneri derivanti dai procedimenti di ricongiunzione dei periodi contributivi”.
 Il diritto alla totalizzazione sarà attribuito a tutti i lavoratori, compresi quelli della scuola, a condizione che possano vantare un requisito minimo, cioè un’anzianità contributiva non inferiore ad un anno in ciascuna delle gestioni interessate. Importante è poi il principio in base al quale ciascuna gestione continua ad applicare, per la determinazione del diritto e della misura della pensione, il proprio ordinamento.La concreta applicazione del meccanismo di totalizzazione avverrà utilizzando il cosiddetto criterio del pro-rata per la definizione della quota di pensione a carico di ciascuna gestione previdenziale.

Per visionare il testo del disegno di legge riguardante la totalizzazione dei periodi contributivi clicca sul link

Icotea