Home Attualità Per Cittadinanzattiva scuole poco sicure, carenza di personale e taglio di servizi

Per Cittadinanzattiva scuole poco sicure, carenza di personale e taglio di servizi

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Cittadinanzattiva ha promosso un’indagine su alcuni temi del settore scolastico. L’Osservatorio civico sulla sicurezza a scuola ha fatto emergere dati parecchio interessanti:

Sicurezza

Tra agosto 2019 e novembre 2020 si sono registrati cinquanta fra episodi di crolli, distacchi di intonaco, caduta di finestre, muri di recinzione ed alberi in prossimità delle scuole.

Da non sottovalutare il fattore sismico, oltre il 60% delle indagini non finanziate sulle scuole in zone a rischio per mancanza di fondi (2,612). Circa la ricostruzione delle scuole nelle Regioni del centro Italia colpite dal terremoto del 2016, solo 17 interventi su 250 risultano conclusi.

ICOTEA_19_dentro articolo

L’emergenza sanitaria ha poi peggiorato gli organici. Molti istituti segnalano la carenza di docenti e collaboratori scolastici. Tagliati alcuni servizi pre e post scuola come il servizio mensa per il 39% delle scuole e il tempo pieno per il 26%.

Le proposte

Cittadinanzattiva lancia poi alcune proposte sulla sicurezza nelle scuole, come la definizione chiara delle responsabilità e degli obblighi dei dirigenti scolastici, la costruzione di nuovi edifici, sostegno psicologico, economico e giudiziario alle vittime delle scuole, predisporre un piano urgente per scongiurare eventi drammatici.

Preparazione concorso ordinario inglese