Home Precari Per i 170mila precari i posti a concorso sono pochi

Per i 170mila precari i posti a concorso sono pochi

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La ministra dell’istruzione Azzolina ha promesso il varo imminente di due concorsi per l’assunzione di docenti nelle scuole secondarie di primo e secondo grado: uno straordinario da 24mila posti e uno ordinario da 25mila. Tuttavia secondo Anief  «il ministro si è impegnato sul lancio di specifici tavoli. Attraverso il concorso straordinario avremo 25mila assunti a settembre, ma ricordiamo come quest’anno toccheremo il record di 170mila supplenti”.

Chiamta a voce

“Per questo abbiamo chiesto al ministro di usare il meccanismo della chiamata veloce, estendendolo alle nuove graduatorie di istituto provinciali che saranno usate per stabilire le supplenze. In attesa che i concorsi abbiano seguito, cosa che non sarà veloce, almeno riusciremmo a reclutare gli stessi precari chiamati dalle graduatorie di istituto». Ben vengano i concorsi, dunque, ma non saranno sufficienti per risolvere il problema. «Deve essere una scelta politica, secondo noi quella che suggeriamo è l’unica soluzione per rispondere all’emergenza del precariato».

Ata e Dsga

Anche sul personale Ata, Anief vorrebbe concorsi subito:  «Sul personale Ata abbiamo sottolineato come se si parla sempre dei docenti, non si risolverà il problema dei precari amministrativi, che da anni sono chiamati nelle nostre scuole».

ICOTEA_19_dentro articolo
Preparazione concorso ordinario inglese