Home Attualità Precari e Dl Sostegni bis. Incontro sindacati – Mi per chiedere percorsi...

Precari e Dl Sostegni bis. Incontro sindacati – Mi per chiedere percorsi abilitanti

CONDIVIDI

Come abbiamo riferito in un altro articolo, oggi al via il tavolo Ministero-sindacati per dare attuazione al Patto per la scuola con provvedimenti che possano anche emendare il testo del Dl Sostegni bis, mal visto dai sindacati in molte delle sue parti. Cattedre vuote e classi pollaio, è quanto si rimprovera al provvedimento del Governo, troppo timido evidentemente sulle misure di stabilizzazione del precariato.

Tutti temi affrontati nel corso dell’appuntamento della Tecnica della Scuola Live del 26 maggio scorso.

Icotea

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook

Flc-Cgil chiarisce i punti condivisibili del Decreto e quelli su cui tornare a lavorare.

“Condivisibile la scelta di assegnare ai concorsi 2018 (quello degli abilitati della secondaria e lo straordinario primaria e infanzia) il 100% dei posti residui per le assunzioni 2021/22. Inoltre è corretto anche l’ingresso degli idonei nelle graduatorie del concorso straordinario 2020 della secondaria” si legge sul sito del sindacato.

Le criticità

E ancora: “La scelta di prevedere immissioni in ruolo tramite lo strumento delle GPS è sicuramente un punto importante, che risponde alle richieste che noi abbiamo formulato in questi ultimi mesi. Tuttavia questo passaggio presenta forti criticità,” sostiene il sindacato.

Due questioni soprattutto dovranno essere oggetto di revisione, secondo Flc-Cgil:

  • “la richiesta del requisito dei tre anni di servizio, che per la prima fascia non è condivisibile, perché parliamo di personale abilitato o specializzato nel sostegno, per cui va rimossa;
  • l’esclusione della seconda fascia GPS per le assunzioni, che invece per noi va inclusa“.

Inoltre: “Sul concorso ordinario riteniamo sbagliato prevedere che chi sarà bocciato non potrà ripetere il concorso, una norma punitiva e ricca di ricadute pratiche negative sui futuri concorsi. Discutibile la scelta di un concorso a parte per le discipline STEM”.

Infine la richiesta di percorsi abilitanti a regime, che Francesco Sinopoli, segretario di Flc-Cgil, ha anticipato in occasione della diretta della Tecnica della Scuola Live.

“Bisogna prevedere un intervento mirato per introdurre i percorsi abilitanti a regime per la scuola secondaria, aperti ai precari (anche a quelli che potrebbero non rientrare nelle assunzioni) e ai docenti di ruolo ingabbiati”.