Home Sicurezza ed edilizia scolastica Progetto italiano per la sicurezza sul lavoro in Palestina

Progetto italiano per la sicurezza sul lavoro in Palestina

CONDIVIDI

Il Comune di Gubbio e l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, che a conclusione del primo anno di attività hanno inaugurato la sede del centro per la formazione e la sicurezza nel settore delle costruzioni a Ramallah hanno raggiunto un importante obiettivo.

Si parla del progetto “Poli Integrati per la Formazione e la Qualificazione Professionale e Imprenditoriale nelle Costruzioni in Palestina e Giordania”, finanziato da AICS nel quadro del bando per gli Enti Territoriali 2017 e sostenuto dal Comune di Gubbio e dall’Università dei muratori e Scalpellini, che nella città umbra custodisce da secoli l’antichissima tradizione della lavorazione della pietra.

Icotea

Già avviato, presso la nuova sede, il primo corso destinato ai futuri formatori palestinesi: si tratta di 14 imprenditori, giovani ingegneri che hanno già partecipato ad un corso tenutosi nella scuola del CESF lo scorso anno, che per due settimane parteciperanno, insieme ad altri 10 studenti, a lezioni ed esercitazioni coordinate da quattro esperti arrivati a Ramallah proprio dal CESF di Perugia.