Home Sicurezza ed edilizia scolastica Progetto ‘Scuole Sicure’ per oltre 10mila studenti

Progetto ‘Scuole Sicure’ per oltre 10mila studenti

CONDIVIDI

Con la chiusura delle scuole per le festività Natalizie si può tracciare un primo bilancio del progetto “scuole sicure” per l’anno scolastico in corso. Ad oggi, tra gli incontri effettuati presso gli istituti scolastici, le visite didattiche presso le strutture della Questura di Roma e altri eventi, gli agenti della polizia di Stato del progetto “Scuole Sicure” 2015/2016 hanno incontrato per 146 volte gli studenti, coinvolti circa 10.000 ragazzi di 400 classi appartenenti a scuole di Roma e provincia.

Notevole attenzione è stata rivolta alla formazione di insegnanti e genitori con eventi specifici pianificati sui territori in cui sono state affrontate le tematiche relative all’educazione alla legalità. Tra ottobre e dicembre gli operatori hanno organizzato convegni di formazione sulle ludopatie, sul bullismo, sul cyber-bullismo e sulla violenza sui minori.

Icotea

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

I referenti dei Commissariati proseguono inoltre nella formazione di reti di controllo territoriale collaborando con gli altri Enti preposti alla prevenzione. Grazie alla costante presenza presso le scuole, gli agenti hanno conquistato la fiducia degli studenti assumendo notizie anche per quei reati più difficili da denunciare, come le violenze domestiche, oppure alle molestie e violenze sessuale.

Con l’attivazione presso la sala operativa della Questura di Roma del servizio SMS 43002 (No Bullismo, No spaccio), continuano gli interventi sempre nelle scuole segnalati attraverso un doppio binario: procedure di Pronto Intervento e di Polizia Giudiziaria, ed incontri di sensibilizzazione nelle scuole segnalate.

Il 43002 è il numero di utenza telefonica al quale studenti, insegnanti e genitori possono inviare un SMS per segnalare gli episodi di spaccio di sostanze stupefacenti e di bullismo rilevati all’interno delle scuole o nelle immediate vicinanze. Il numero di tale servizio, gratuito per gli utenti, sarà attivo per eventuali segnalazioni anche nel periodo delle vacanze. (Adnkronos)