Home Archivio storico 1998-2013 Generico Progetto Seol, nel catanese cento scuole in rete

Progetto Seol, nel catanese cento scuole in rete

CONDIVIDI
webaccademia 2020
E’ questo uno dei risultati principali del progetto Se.O.L. (Servizi on line) promosso dalla provincia regionale di Catania, in partnership con l’Ateneo catanese, il Csa e 27 comuni della provincia etnea, presentato lunedì 27 febbraio nell’aula magna del Palazzo centrale dell’Università di Catania, nel corso di un convegno sul tema “Se.O.L: un’esperienza di cooperazione in rete fra scuola e Università”. Avviato nel 2003, grazie ad un finanziamento di 730 mila euro del Ministero per l’Innovazione e le Tecnologie, il progetto di e-government, ha permesso di realizzare, dei sistemi tecnologici che permettono l’interconnessione attraverso “wi-fi” (wireless) delle scuole superiori etnee alla rete in fibra ottica “Garr” di Ateneo offrendo loro un insieme di servizi altamente innovativi rispetto alla tradizionale struttura organizzativa scolastica, quali una piattaforma di e-learning, la gestione del “portfolio” e la disponibilità di caselle e-mail per tutti gli studenti.
“Questo traguardo – ha commentato il rettore Ferdinando Latteri – è un esempio virtuoso di sinergia fra istituzioni a livello territoriale, come ad esempio anche il più ampio progetto di orientamento preuniversitario al quale stiamo lavorando insieme con il mondo scolastico”.
“Adesso abbiamo la possibilità concreta – ha osservato il dirigente del Csa catanese, Raffaele Zanoli – di incrementare e migliorare la qualità dell’offerta formativa, portando le nostre scuole all’avanguardia e in linea con gli standard europei. Superiamo insomma le barriere e i limiti del sistema precedente, ed è un ausilio importante dato che i docenti ormai operano quasi tutti con l’ausilio dei computer, in particolare per ricerche e tesine”.
La conferma che il mondo della scuola si sta avviando a divenire una vera e propria “comunità digitalizzata”, giunge da Alessandro Musumeci, direttore generale per i servizi informativi del Ministero dell’Istruzione: “Entro la fine del 2007 – assicura – il 100% degli istituti scolastici italiani saranno connessi alle infrastrutture tecnologiche a banda larga. In questa strategia, le Università fungono da centri di erogazione e poli di coordinamento dei servizi”. “Salutiamo con molta soddisfazione questa iniziativa – ha concluso l’assessore provinciale Luigi Pappalardo – alla cui realizzazione la Provincia regionale ha contribuito come capofila. La piattaforma logistica è finalmente realizzata, adesso dobbiamo far sì che gli utilizzatori prendano sempre più coscienza dell’importanza di questo sistema e dei vantaggi che ne possono trarre”. Presenti all’incontro il prof. Lorenzo Vita, referente dell’Università di Catania, che ha illustrato gli aspetti tecnici insieme con l’ing. Salvatore Corsaro, referente della Provincia regionale di Catania.
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese