Home Archivio storico 1998-2013 Generico Prorogate dal 30 novembre al 22 dicembre le domande di preiscrizioni all’Università

Prorogate dal 30 novembre al 22 dicembre le domande di preiscrizioni all’Università

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Avranno tempo sino al 22 dicembre gli studenti dell’ultimo anno degli istituti superiori che vogliono preiscriversi all’Università.
L’ha stabilito il 27 novembre, con una nota inviata ai Rettori e ai Provveditori agli studi, il Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica, d’intesa con il Ministro della Pubblica Istruzione. La proroga dal 30 novembre al 22 dicembre (ore 24) è stata ritenuta necessaria a seguito delle richieste pervenute sia dal mondo accademico che da quello della scuola. Erano, infatti, qualche decina di migliaia le istanze registrate sino alla scorsa settimana nel sito creato ad hoc dal Ministero per le preiscrizioni (universo.murst.it).
Poi l’impennata. "Sono oltre 100.000 le domande inoltrate alla data del 26 novembre" dichiara Luciano Guerzoni, sottosegretario al Ministero dell’Università. "Di queste ben 16.000 sono state presentate in una sola giornata, giovedì scorso". Un grande successo, ma al Ministero si vuole raggiungere almeno il 30% dei 470.000 studenti dell’ultimo anno delle scuole secondarie di II grado e, quindi, si è deciso per il rinvio.
Non è ancora noto se si sono iscritti più studenti al Nord o al Centro o al Sud, ma i dati iniziali che vedevano le richieste pervenire da postazioni internet "domestiche" si sono negli ultimi giorni rovesciati. "Non disponiamo di dati definitivi" continua Guerzoni "ma per il momento circa i 2/3 delle domande sono pervenute da postazioni residenti in scuole o da istituzioni pubbliche (Università, Comuni, ecc.)". Bisogna ricordare che è possibile effettuare la preiscrizione, introdotta per la prima volta quest’anno, solo tramite internet e con nessun altro mezzo.
Il sito, attivato dal 1° novembre, presenta un questionario abbastanza semplice nel quale vengono richieste tutta una serie di informazioni, dai dati anagrafici all’istituto frequentato sino ad arrivare al clou, cioè all’indicazione dell’area didattico-culturale. Sono cinque tra le quali gli studenti dovranno scegliere: sanitaria, scientifica e scientifico tecnologica, umanistica, giuridico-politica-economi-ca, dell’ingegneria e dell’architettura.

Riportiamo la nota del Ministero dell’Università e Ricerca Scientifica del 27 novembre riguardante la proroga delle domande di preiscrizione all’Università da parte degli studenti dell’ultimo anno degli istituti superiori. Ecco il testo:

Com’è noto il decreto 21 luglio 1997, n. 245, all’art. 3, comma 1, prevede che gli iscritti all’ultimo anno degli istituti e scuole di istruzione secondaria superiore presentino, entro il 30 novembre di ogni anno successivo al 1997, domanda di preiscrizione alle Università.
Considerato che il nuovo sistema delle preiscrizioni è attuato nel primo anno di vigenza previsto dal predetto decreto, in assenza quindi dei necessari interventi che a regime saranno rivolti agli studenti del penultimo anno della scuola secondaria superiore e che il termine suddetto è da intendersi come ordinatorio, si ritiene opportuno, d’intesa con il Ministero della Pubblica Istruzione – anche a seguito delle richieste pervenute da parte sia del mondo della scuola che del mondo accademico – che questa prima sperimentazione possa proseguire anche oltre il 30 novembre e concludersi, pertanto, alle ore 24,00 del giorno 22 dicembre 1998.
Quanto precede, in considerazione del fatto che la preiscrizione non ha carattere vincolante per l’effettiva immatricolazione nell’anno accademico 1999/2000, mentre è prevalente il suo valore per l’orientamento mirato da parte delle scuole e delle Università.
La trasmissione degli elenchi degli studenti che hanno effettuato la preiscrizione universitaria con le relative indicazioni avverrà, conseguentemente entro il successivo 15 gennaio 1999.

ICOTEA_19_dentro articolo
Preparazione concorso ordinario inglese