Home Archivio storico 1998-2013 Generico Rapporto 2003 sulla formazione continua in Italia

Rapporto 2003 sulla formazione continua in Italia

CONDIVIDI
webaccademia 2020


Il Rapporto 2003 "La Formazione Continua in Italia" giunge in un momento in cui il sistema nazionale di formazione continua è soggetto ad un ridisegno dei suoi assetti, con l’introduzione di importanti novità normative e di nuove priorità, con una rivisitazione dei ruoli istituzionali, degli snodi organizzativi e delle finalità di intervento.

Il processo evolutivo in atto, indirizzato alla costruzione di un sistema coerente e integrato di policy, può essere compreso e analizzato attraverso diverse chiavi di lettura, ed in particolare:

– l’adozione progressiva degli obiettivi strategici di Lisbona in materia di Lifelong Learning;
– l’inserimento, tra gli strumenti diretti al finanziamento, dei nuovi Fondi Paritetici Interprofessionali per la formazione continua;
– la rapida evoluzione della quota di interventi formativi che seguono la modalità della formazione a domanda individuale.

Sono stati introdotti nuovi orientamenti che il Ministero del Lavoro ha ritenuto di dover imprimere agli interventi finanziati dalla legge 236/1993 (dedicata al finanziamento di piani formativi concordati tra le parti sociali) e previste l’entrata a regime degli interventi di formazione individuale finanziati dalla legge n. 53/2000, nonché l’integrazione progressiva tra la formazione continua e l’educazione degli adulti, nel quadro della strategia generale dell’apprendimento lungo tutto l’arco della vita.

ICOTEA_19_dentro articolo
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese