Home Attualità Rapporto Almadiploma, quasi la metà degli studenti “sbaglia” il corso di studi

Rapporto Almadiploma, quasi la metà degli studenti “sbaglia” il corso di studi

CONDIVIDI

Indagine sul Profilo dei Diplomati 2019 di AlmaDiploma e AlmaLaurea su 45mila diplomati a luglio 2019 di 274 Istituti scolastici aderenti al sistema

Si tratta in particolare di diplomati liceali (55,9%), seguiti dai tecnici (33,5%) e professionali (10,6%). La quota di diplomati con genitori in possesso di titoli di laurea è massima fra chi ha frequentato i licei classici (62,1%) e scientifici (46,2%). 

Icotea

Dall’analisi condotta sugli studenti (45mila diplomati a luglio 2019 dei 274 Istituti scolastici aderenti ad AlmaDiploma) risulta che l’80,2% si dichiara in generale piuttosto soddisfatto della propria
esperienza scolastica. Gli studenti sono contenti della preparazione degli insegnanti (77,3%) e delle loro spiegazioni (70,6%); soprattutto apprezzano il rapporto con gli altri studenti (87,2%).

Per circa un alunno su due le aule sono inadeguate così come lasciano a desiderare i laboratori, gli impianti e le attrezzature sportive. Il 44,6%, inoltre, afferma che non rifarebbe la stessa scelta sia in termini di indirizzo di studio, sia in termini di scuola, sia di entrambi, soprattutto fra i frequentanti degli istituti professionali.

La quota dei diplomati che cambierebbe corso e/o scuola è più elevata tra i professionali (48,0%), seguiti dai tecnici (45,5%), e dai liceali (43,5%).

È interessante esaminare le ragioni espresse dai diplomati che cambierebbero corso e/o scuola: il 34,6% lo farebbe principalmente per studiare materie diverse, il 15,0% per compiere studi che preparino meglio al mondo del lavoro (quota che sale addirittura al 20,7% tra i professionali), il 14,7% per compiere studi più adatti in vista dei successivi studi universitari.