Home Archivio storico 1998-2013 Estero Reclutamento, Brunetta obbliga insegnanti e Ata a fornirsi di Pec

Reclutamento, Brunetta obbliga insegnanti e Ata a fornirsi di Pec

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Stavolta il ministro della Funzione Pubblica fa sul serio: nel 2012 il servizio Pec, la posta elettronica certificata, riservata agli aspiranti supplenti, il cui termine per l’iscrizione è stato prorogato al 30 aprile, diventerà l’unica modalità di comunicazione con gli Usp. E quindi l’unico canale per accedere alle comunicazioni sull’assegnazione delle supplenze.
L’annuncio è stato dato il 5 aprile direttamente dal ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, Renato Brunetta, a margine dell’intervento tenuto alla convention nazionale Reti Amiche-Un patto per l’innovazione nella sede dell’Abi.
Brunetta ha detto che il suo Dicastero sta “lavorando con il ministero dell’Istruzione già da quest’anno si potrà partire, dall’anno prossimo la cosa sarà totalizzante”. L’obiettivo è, chiaramente, quello di rendere più fluida l’attualmente ancora macchinosa organizzazione delle convocazioni, da parte degli Uffici scolastici provinciali: complessivamente si tratta di 100.000 supplenti, a cui ogni fine estate vanno assegnate altrettante sedi almeno fino al termine dell’anno scolastico, il cui destino si incrocia spesso con disagi e problemi di ogni genere. E lo stesso dicasi per i 50.000 Ata precari.
Il ministro Brunetta ha inoltre annunciato una conferenza stampa, che si terrà fra qualche giorno, da tenere insieme alla collega del Miur, Mariastella Gelmini: durante l’appuntamento verranno presentati tutti i nuovi servizi che “insieme stiamo realizzando per le nostre scuole già da quest’anno. Al momento non posso dire altro – ha concluso Brunetta – per non anticipare l’appuntamento”.
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese