Home Politica scolastica Referendum anti Buona Scuola, consegnate in Cassazione 2 milioni di firme

Referendum anti Buona Scuola, consegnate in Cassazione 2 milioni di firme

CONDIVIDI

È durata solo due giorni la proroga della consegna delle firme dei quattro quesiti abrogativi di altrettanti punti della Legge 107/2015.

La mattina del 7 luglio, i promotori dell’iniziativa – il comitato referendario ‘Scuola pubblica’ – hanno consegnato in Cassazione le scatole contenenti le firme raccolte in tutta Italia.

Icotea

Gli stessi organizzatori della consegna, sostengono che però nelle ultime quarantott’ore sono giunti “numerosi altri moduli, grazie ai quali il numero complessivo di firme ha superato i 2 milioni. Andare oltre, spiegano i promotori del referendum, sarebbe stato controproducente perché le eventuali nuove firme non avrebbero minimamente compensato le tantissime raccolte su moduli vidimati nei primi giorni della campagna”.

In base a quanto risulta alla Tecnica della Scuola, tuttavia, i 2 milioni di firme raccolte riguardano tutti i quesiti referendari. Tanto che per la Scuola, si è superata di poco la soglia minima del mezzo milione. Una quota, quindi, non del tutto rassicurante. 

“Per il momento rimane la soddisfazione di un traguardo raggiunto e l’immensa gratitudine a tutti i militanti e le militanti che lo hanno reso possibile” aggiunge il comitato promotore. Che poi sottolinea: è “un ottimo risultato che corona tre mesi di impegno diffuso in tutto il Paese, dove decine di migliaia di attivisti e attiviste hanno portato avanti una campagna di raccolta firme che ha fatto seguito alla mobilitazione straordinaria dell’autunno scorso contro questa riforma”.

Ricordiamo che i moduli vidimati per la raccolta hanno validità tre mesi.

I questi abrogativi sono quattro e riguardano:

lo school bonus (detrazioni fiscali per chi fa donazioni a scuole statali o paritarie);

la chiamata diretta dagli ambiti territoriali;

il sistema di alternanza scuola lavoro;

il bonus premiale da assegnare ad ogni istituto (in media 23mila euro).

 

{loadposition eb-pof-triennale}

{loadposition facebook}