Home Personale Referenti di sede e Plico telematico, le indicazioni per gli esami di...

Referenti di sede e Plico telematico, le indicazioni per gli esami di Stato 2016

CONDIVIDI

In continuità con gli anni precedenti, la trasmissione dei plichi contenenti le prove scritte d’esame avverrà per via telematica.

Lo ha ricordato il Miur, con la nota 1134 del 18 aprile 2016, con la quale ha fornito indicazioni alle scuole in merito alla nomina dei Referenti di sede e alle modalità di funzionamento del Plico Telematico per l’invio delle tracce delle prove scritte.

Icotea

Ogni scuola deve individuare e comunicare al Miur, tramite SIDI, tanti referenti di sede (referente Plico telematico) quante sono le sedi scolastiche, facenti capo all’Istituzione scolastica, in cui si svolgono fisicamente gli esami.

Per scegliere il referente, si procederà come gli anni scorsi: il referente o i referenti sono scelti dal dirigente scolastico tra il personale docente e/o il personale non docente con contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato di durata annuale; tale personale deve essere in possesso di basilari competenze informatiche (accesso a Internet, scarico files, lettura e archiviazione files, collegamento con stampante e stampa documenti). Il docente eventualmente individuato come referente di sede non può partecipare alle operazioni d’esame né come presidente né come commissario. Il dirigente scolastico può individuare uno o due referenti in aggiunta ai quelli strettamente necessari (uno per ogni sede scolastica).

 

{loadposition bonus}

 

Dal 18 aprile è disponibile la funzione SIDI per l’abilitazione del referente. La nomina dovrà avvenire al massimo entro il 27 maggio.

La nota in commento illustra anche quali requisiti deve avere la postazione di lavoro, come funziona il Plico telematico, le caratteristiche delle prove candidati con disabilità visive e per i candidati ricoverati e/o presso case di reclusione.

Infine, il Miur illustra anche quello che si dovrà fare il giorno dell’esame: prima dell’ora fissata per l’inizio della prova (ore 8,30), il presidente o i presidenti di commissione (o rispettivi delegati) si recano nel luogo in cui è stata allestita la postazione di lavoro dedicata al Plico telematico. Sarà poi compito del referente di sede “attivare” l’applicazione, utilizzando il Codice Utente e la Password comunicate durante il download dell’applicazione stessa.

Per la decriptazione dei testi, il presidente di commissione e il referente di sede dovranno inserire la Chiave Ministero, comunicata tramite appositi canali da parte del MIUR alle ore 8,30 di ciascuna prova d’esame. L’inserimento della suddetta Chiave permetterà la corretta visualizzazione della prova selezionata.

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola