Home Attualità Rientro a settembre, la scuola dell’infanzia non è come le altre: ecco...

Rientro a settembre, la scuola dell’infanzia non è come le altre: ecco la check-list con gli accorgimenti da attuare

CONDIVIDI
webaccademia 2020

All’interno dei vari protocolli e linee guida sulla sicurezza, un posto di tutto riguardo spetta all’ambito scuola dell’infanzia, in quanto, per sua natura, l’asilo è un ambiente difficile da igienizzare: come fai a tenere i bambini lontani tra loro? Il contatto e il contagio, tra alunni 0-6 anni, è parte del pacchetto didattico.

Le indicazioni del CTS

Che nella scuola dell’infanzia il distanziamento fisico presenti criticità più marcate lo aveva già sostenuto lo scorso 28 maggio il CTS, definendo, nello stralcio verbale 82, precise misure igienico-sanitarie rivolte agli alunni più piccoli.  In particolare, si sosteneva, alla riapertura della scuola si sarebbe dovuto fare uno sforzo addizionale sia quanto a pulizia assidua delle superfici, sia quanto a riduzione del numero di alunni contemporaneamente presenti in classe. In pratica, è opportuno un affollamento ulteriormente ridotto rispetto alle classi di ordine superiore. 

Precisato questo, senza entrare nel dettaglio delle linee guida di cui abbiamo già parlato in articoli precedenti, quali check sono necessari secondo il documento Cisl dedicato ai Dirigenti Scolastici? Quali adempimenti e linee guida per il rientro a scuola dell’infanzia? Le risposto giungono nella stessa giornata in cui è giunta la sottoscrizione del Protocollo sicurezza per servizi educativi e scuole infanzia.

ICOTEA_19_dentro articolo

La check-list della Cisl scuola

  • È stato regolamentato l’accesso dei genitori (accompagnamento e ritiro dei bambini anche attraverso la raccolta delle deleghe per eventuale tracciamento)? 
  • Sono state definite fasce temporali ampie per l’ingresso e l’uscita dei bambini? 
  • è stato vietato di portare giocattoli da casa? 
  • Sono state previste modalità di accoglienza e di ambientamento per i bambini nei primi giorni di ingresso nella scuola ed eventuale presenza di adulti accompagnatori? (es obbligo di indossare la mascherina, tracciamento presenze, modalità di comportamento con gli altri alunni) 
  • Il personale è stato dotato di visierine leggere e guanti di nitrile? 
  • Sono stati creati gruppi stabili, possibilmente di numero più contenuto, sia rispetto agli allievi che al personale? 
  • Sono state definite con il personale docente e collaboratore scolastico le situazioni che possono creare pericolo di contagio nei più piccoli (perdita di saliva, scambio del ciuccio, scambio di alimenti gi in parte consumati, baci e abbracci, …), le opportune forme e modalità di prevenzione e di vigilanza, le modalità di rimozione delle fonti di rischio? 
  • È stata prevista l’aerazione degli ambienti?
  • Sono stati separati gli spazi interni e i giochi in dotazione ad ogni gruppo di allievi? Sono stati separati gli spazi esterni in dotazione ad ogni gruppo di allievi? 
  • Lo spazio riposo, laddove presente, è stato organizzato garantendo una pulizia approfondita della biancheria e degli spazi e una corretta e costante aerazione, prima e dopo l’utilizzo? 
  • È stata creata sul sito della scuola una apposita sezione dedicata ad attività ed esperienze per i bambini della scuola dell’infanzia? 

Su questo stesso argomento

Preparazione concorso ordinario inglese