Home Ordinamento scolastico Riordino 0-6 anni, Giachi (Anci): “indispensabile ruolo degli enti locali”

Riordino 0-6 anni, Giachi (Anci): “indispensabile ruolo degli enti locali”

CONDIVIDI

Il vicesindaco di Firenze e presidente della Commissione istruzione dell’Anci, Cristina Giachi, al termine dell’incontro con la Commissione istruzione della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome di Roma, si dice delusa in merito al riordino del percorso scolastico 0 – 6 anni: “Ci saremmo aspettati una maggiore disponibilità delle Regioni a costruire insieme un percorso di confronto con il Governo sulla redazione della delega sul riordino del percorso scolastico 0-6 anni, afferma Giachi, e una presa di coscienza della concretezza dei problemi che i Comuni debbono affrontare. Per noi resta imprescindibile che gli enti locali trovino uno spazio rilevante anche perché, come più volte affermato, è una realtà che i servizi sono gestiti in larga misura a livello locale e assorbono molte risorse degli stessi enti”.
“Le Regioni hanno manifestato la loro impossibilità a interloquire, prosegue il vicesindaco di Firenze, poiché alcuni loro livelli istituzionali non sono stati completamente coinvolti, ma resta il fatto che i tempi per la redazione della delega sono stringenti, così come è evidente che la legge quadro condizionerà l’azione amministrativa dei Comuni oltre che delle Regioni”.
“Pertanto, chiude Giachi, l’Anci auspica che ci sia al più presto un nuovo momento di confronto e che si trovi la maniera di collaborare in modo più costruttivo”.

{loadposition facebook}

Icotea