Home Archivio storico 1998-2013 Generico Ripartizione risorse scuola in ospedale e istruzione domiciliare

Ripartizione risorse scuola in ospedale e istruzione domiciliare

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Facendo seguito alla precedente C.M. n. 60 del 16 luglio 2012, con la C.M. n. 71 del 2 agosto 2012 il Miurha trasmesso il piano di riparto delle risorse finanziarie (totale 2.820.000,00 euro) a favore degli Uffici scolastici regionali destinate a garantire i servizi di scuola in ospedale e di istruzione domiciliare per l’anno scolastico 2012/2013.
In particolare, è previsto un finanziamento di € 1.200.000,00 per interventi a favore degli alunni ricoverati in ospedale o seguiti in regime di day hospital, per la formazione e per l’istruzione domiciliare, un finanziamento di € 1.520,000,00, per interventi a favore dell’istruzione domiciliare degli alunni già ospedalizzati ed un finanziamento di € 100.000,00 all’USR Lazio, per la realizzazione di percorsi formativi per il personale della scuola in ospedale e dell’istruzione domiciliare da realizzare in presenza e on line, nonché all’ulteriore sviluppo e potenziamento del portale della scuola in ospedale e della sua interattività con l’utenza a livello regionale.
In merito all’utilizzo delle risorse, i criteri da osservare in ordine prioritario sono i seguenti:
·         €. 258,00 per ogni docente (con orario di cattedra) in organico nelle scuole funzionanti con sezione ospedaliera, da inserire nel fondo per la retribuzione individuale di tali docenti;
·         riserva di una quota per il finanziamento di ore aggiuntive per le discipline d’indirizzo della scuola secondaria di II grado;
·         riserva eventuale di ulteriori aggiuntive risorse per far fronte ai numerosi progetti di Istruzione Domiciliare delle scuole di ogni ordine e grado del territorio e ai bisogni rilevati;
·         riserva di una quota risorse per iniziative di formazione e di sensibilizzazione dei docenti sia per la scuola in ospedale sia per l’istruzione domiciliare e di altre iniziative culturali mirate a limitare il disagio scolastico del minore ospedalizzato o a domicilio;
·         invito a riservare, da parte di ogni scuola di ogni ordine e grado, una quota risorse del fondo d’istituto per far fronte ad eventuali richieste di Istruzione domiciliare, che si dovessero presentare in corso d’anno.
Infine, il Miur ricorda che entro il 30 settembre 2012 la relazione di monitoraggio e le schede, compilate e vidimate dal Direttore Generale dell’USR di appartenenza, dovranno essere trasmesse ala Direzione generale per lo studente, l’Integrazione, la Partecipazione, la Comunicazione.
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese