Home Attualità Saviano presenta il libro nel liceo di Forlì, il ds chiede agli...

Saviano presenta il libro nel liceo di Forlì, il ds chiede agli studenti di comprarlo: devono leggerlo

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Non è piaciuta a molti la circolare pubblicata dal dirigente scolastico Marco Molinelli del Liceo Classico di Forlì “G.B.Morgagni”.

In occasione della presentazione dell’ultimo libro scritto dallo scrittore Roberto Saviano “La paranza dei bambini“, che avverrà il prossimo 15 marzo presso l’istituto superiore emiliano, il ds ha diffuso una circolare rivolta agli studenti delle quarte e quinte classi, nella quale ha scritto che dovranno acquistare il libro a 16 euro.

ICOTEA_19_dentro articolo

Ne è scaturita subito una polemica. Di stampo anche politico. Il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri (FI) su Twitter parla di “vergogna” e annuncia un’interrogazione al ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli.

Il leader della Lega Matteo Salvini twitta: “Arriva #Saviano e vuoi incontrarlo con la scuola? Studenti di Forlì obbligati dal preside a comprare il suo libro”. Sul sito del liceo si legge che è ‘un’importante occasione per incontrare uno degli scrittori più famosi”; l’adesione “deve riguardare l’intera classe con l’acquisto da parte degli studenti del romanzo”. Entro il 18 gennaio le adesioni che riguardano anche il liceo scientifico, dopo di che “l’ufficio stampa di Saviano contatterà l’amministrazione comunale per reperire spazi idonei”.

Pronto, però, anche il chiarimento del capo d’istituto del liceo classico Morgagni di Forli, Marco Molinelli: raggiunto dall’Ansa, il preside ha tenuto a dire che “la circolare è sintetica, e non dice molte cose: le dico a voce. Ad esempio che da anni, con un libraio, come scuola di cui di recente sono diventato preside organizziamo incontri con gli autori. Anche con Saviano la modalità è la stessa. Ogni singola classe sceglie se aderire. Chi aderisce deve leggere il libro, che va acquistato anche perché con l’acquisto si riescono a coprire le spese di organizzazione e di eventuale ospitalità dello scrittore“.

 

{loadposition carta-docente}

 

Molinelli aggiunge spiegando che quella che si ripeterà il prossimo 15 marzo, con Saviano, “è un’iniziativa che va avanti da tempo: da Bologna ad Urbino coinvolge una cinquantina di scuole. E’ la rassegna Rapsodia, scrittori nelle scuole – ha detto ancora – ed è sempre stata accolta bene da studenti e famiglie. Nessuna polemica, che io abbia saputo di persona, è stata fatta, né in precedenza né in occasione della circolare relativa a Roberto Saviano. L’acquisto serve agli studenti per leggere il libro, e dunque saper confrontarsi con lo scrittore, e per coprire le spese di ospitalità”.

A ancora: “agli studenti va assicurato il massimo sconto possibile per legge, 2 euro nel caso di Saviano, sui 18 del volume. Ogni Consiglio di Classe decide se aderire o meno. Ma il libro va letto, per preparare gli eventi”.

Il ds insiste: “è una promozione di cultura, no? Nel 2013 al Morgagni abbiamo ospitato Marcello Fois, nel 2014 Paola Mastrocola, nel 2015 Michela Murgia, nel 2016 Fulvio Ervas e Anilda Ibrahimi. Ora tocca a Saviano”.

Il preside spiega, infine, che i contatti con l’ufficio stampa dell’ autore di Gomorra sono stati tenuti da altri docenti e di non conoscere i dettagli, ma è chiaro che “una volta dato il numero di adesioni sarebbe stato concordato con loro e con il Comune un luogo adatto a ospitare l’appuntamento”. 

Preparazione concorso ordinario inglese