Home Attualità Scagionata maestra accusata di maltrattamenti. L’insegnante: “vittima di un grave errore”

Scagionata maestra accusata di maltrattamenti. L’insegnante: “vittima di un grave errore”

CONDIVIDI
  • Credion

Era stata accusata insieme ad altre due colleghe di maltrattamenti nei confronti di alunni. Ma dalla visione dei filmati, il Gip di Messina, Ugo Molina, le ha revocato la sospensione dall’esercizio delle funzioni per sei mesi.
“La mia assistita – spiega il legale della 47enne – non è presente in nessuno dei video contestati, decadono pertanto a suo carico i gravi indizi di colpevolezza, che hanno portato all’emissione della revoca”.

Soddisfatta l’insegnante: “sono felice per la revoca del provvedimento, segno tangibile della mia totale estraneità ai fatti di violenza che mi sono stati contestati”. La donna aggiunge: “Sono stata vittima di un grave errore, ho sempre proclamato la mia innocenza, che sono riuscita a dimostrare in tempi record grazie al mio legale, che con la sua strategia difensiva ha smontato l’intero impianto accusatorio”.

Icotea

La  maestra, come riporta l’Ansa, potrà quindi tornare a scuola. Un’altra delle maestre, una 40enne, ha avuto una riduzione della sospensione, da 6 mesi a 4 mesi, poiché secondo il suo legale, “non sarebbe presente in almeno due filmati di quelli presentati”.