Home Estero Scambi professionali tra docenti italiani e docenti francesi

Scambi professionali tra docenti italiani e docenti francesi

CONDIVIDI
  • Credion

La Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici propone anche per l’a.s. 2015-2016 il Programma di mobilità, finanziando scambi professionali tra docenti italiani e docenti francesi, secondo quanto previsto dagli accordi culturali stipulati tra i rispettivi paesi.

Come illustrato con nota prot. n. 4873 del 1 giugno 2015, il “soggiorno professionale” è un ‘attività di formazione di tipo job-shadowing presso un’istituzione scolastica del paese partner. L’esperienza si concentra principalmente sull’osservazione delle lezioni nelle classi, sullo scambio e la mutualizzazione di pratiche ed esperienze con i colleghi dell’altro Paese, sull’insegnamento della propria lingua d’origine o di una disciplina veicolata in lingua straniera secondo l’approccio CLIL/EMILE.

Icotea

Per l’anno scolastico 2015-2016 sono disponibili 15 soggiorni professionali della durata di 2 settimane (il numero effettivo dipenderà dalla disponibilità ad ospitare docenti italiani offerta dagli Istituti scolastici francesi).

A ciascun docente partecipante il Miur offrirà un contributo spese massimo di 950,00 €.

Gli U.s.r. dovranno individuare un massimo di 3 docenti (per gli U.s.r. Umbria Molise e Basilicata 1 docente) di lingua e cultura francese ovvero di DNL di Istituti di istruzione secondaria di Il grado in possesso dei seguenti requisiti:

a) non aver compiuto il sessantesimo anno di età alla data del 30 giugno 2015;

b) alternativamente:

1. essere in possesso di un incarico a tempo indeterminato ovvero determinato in lingua e cultura francese ed essere coinvolto in iniziative in ambito CLlL/EMILE ovvero interessato ad approfondire le metodologie didattiche in uso presso altre istituzioni scolastiche;

2. essere in possesso di un incarico a tempo indeterminato ovvero determinato in una DNL, possedere una buona conoscenza della lingua francese (almeno livello B2 secondo il QCER) ed essere coinvolto in iniziative in ambito CLlL/EMILE ovvero interessato ad approfondire le metodologie didattiche in uso presso altre istituzioni scolastiche.

Le domande di candidatura redatte secondo il modello allegato alla nota dovranno essere munite del nulla osta del dirigente scolastico e corredate da un curriculum vitae.

Ciascun U.S.R., dovrà far pervenire, entro il 30 giugno 2015, i nominativi dei docenti prescelti (graduati in ordine di priorità) con l’indicazione della disponibilità dell’Istituzione Scolastica di servizio ad accogliere o meno il docente francese (condizione di reciprocità o non reciprocità), le schede di candidatura e i curriculum vitae.