Home Archivio storico 1998-2013 Notizie dalle Regioni Scuole fantasma, ma solo per il fisco

Scuole fantasma, ma solo per il fisco

CONDIVIDI
  • Credion
A Pavia, in pieno centro, esiste da tempo un istituto scolastico privato paritario a cui sono regolarmente iscritti decine e decine di studenti. Che frequentano regolarmente le lezioni. E poiché si tratta di un istituto privato, pagano regolarmente le rette di iscrizione e di frequenza. Solo che i gestori della scuola hanno “dimenticato” di comunicare queste entrate al Fisco.
Anzi, per dirla tutta, l’istituto è risultato completamente sconosciuto al ministero delle Finanze. Dopo le dovute indagini, se ne è però accorta la guardia di finanza. I militari hanno accertato che, nei cinque anni sottoposti a verifica, la scuola avrebbe sottratto all’erario ricavi per circa 620 mila euro. Secondo quanto riportato il 3 aprile dalle fiamme gialle, il titolare della scuola, per non destare sospetti, emetteva regolarmente le ricevute fiscali per gli incassi delle rette, ma non dichiarava i guadagni conseguiti. Secondo l’accusa, il titolare avrebbe anche evaso l’imposta regionale (Irap) e l’imposta di bollo su tutte le ricevute emesse.
Tutte “dimenticanze” a senso unico che porteranno al ritiro dell’autorizzazione a dirigere l’istituto. E mettono, quindi, in seria discussione la permanenza in vita dello stesso. Sulla scuola, al momento, non sono stati forniti ulteriori indicazioni, in particolare sul nome e sull’esatta collocazione.