Home Alunni Sempre più attivo il canale online per la vendita dei libri

Sempre più attivo il canale online per la vendita dei libri

CONDIVIDI

Secondo il presidente dell’Associazione italiana editori,  (Aie), nonostante la flessione del fatturato nel 2018 (-0,4%, dopo il +5,8 dell’anno precedente) nei canali trade, l’Italia mantiene il primato all’interno dell’industria culturale e si posiziona al quarto posto in Europa.

la libreria canale privilegiato

La libreria resta il canale di vendita privilegiato dai lettori e dai giovani, intercettando il 69% degli acquirenti. Aumenta però il peso delle librerie online, che rappresentano il 24% degli acquisti di libri, un libro su 4, mentre la grande distribuzione copre il 7% delle vendite.

Gli E-book

Cresce il mercato eBook, che ha raggiunto i 67milioni di euro, pari a circa il 5% del mercato trade di varia. Interessante anche l’analisi sui lettori: legge nel 2018 il 65,4% degli italiani, tra i 14 e i 75anni; in 29,8milioni hanno letto almeno un libro nell’ultimo anno tra romanzi, saggi, gialli, fantasy, manuali e guide.

ICOTEA_19_dentro articolo

Legge solo libri di carta il 62% della popolazione, solo ebook e audiolibri l’8%, mentre per il restante 30% il supporto di lettura è indifferente.

Giovani lettori crescono

Fa ben sperare il 91% dei lettori nella fascia d’età tra 4 e i 9 anni e l’88% tra i 10 e 14. Si scende progressivamente fino al 72% dei 45-54enni, precipitando al 23% dei 65-74enni. Con il 62% di lettori (di libri di carta) l’Italia continua, tuttavia, ad occupare le posizioni di coda in Europa: dietro ci sono solo Slovenia, Cipro, Grecia e Bulgaria.

CONDIVIDI