Home Attualità Sergio Matterella contesta i no vax: deriva antiscientifica vuole bloccare il futuro

Sergio Matterella contesta i no vax: deriva antiscientifica vuole bloccare il futuro

CONDIVIDI

Dopo l’inaugurazione dell’anno scolastico, in compagnia del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è di nuovo in prima fila, per l’inaugurazione del 678/mo anno accademico – presente anche la Ministra Messa – e torna a parlare della pandemia.

C’è una “deriva antiscientifica – dichiara con rammarico il capo dello Stato al Palazzo della Sapienza a Pisa – che si registra un po’ ovunque, anche nel nostro Paese, sia pure in piccole dosi, che porta a bloccare il futuro e riportare tutto al passato”. 

Icotea

E continua: “Noi dobbiamo molto alla scienza. Abbiamo passato un periodo lungo, che non dobbiamo dimenticare, anche per rispetto ai morti. Tutto questo è alle spalle perché la scienza ci ha consegnato i vaccini, perché le misure di distanziamento e le mascherine hanno sconfitto, o almeno speriamo di averlo fatto, il contagio”. 

“Sorprende e addolora che proprio adesso, non quando si temeva il crollo del Paese, adesso che vediamo una ripresa incoraggiante, economicamente, socialmente, culturalmente, proprio ora esplodono fenomeni e iniziative con atti di violenza, di aggressiva contestazione, quasi a voler ostacolare la ripresa del Paese“, ha aggiunto il Capo dello Stato.

I comportamenti violenti “creano allarme, o meglio tristezza, non molto allarme perché si infrangono contro la determinazione, il senso di responsabilità civile della stragrande maggioranza dei nostri concittadini. Questa è la vera forza del nostro Paese, il senso civico che la nostra gente pone in essere. Di questo senso civico gli atenei sono un punto di formazione, per questo è importante quanto fanno”.