Home Archivio storico 1998-2013 Generico Sottoscritta convenzione per pulizie nelle scuole

Sottoscritta convenzione per pulizie nelle scuole

CONDIVIDI

Si sta avviando a soluzione il problema dei contratti di appalto per le pulizie nelle scuole. Il 7 giugno scorso, infatti, il Ministero della Pubblica Istruzione, d’intesa con il Ministero del Lavoro, ha sottoscritto la convenzione-quadro con 4 Consorzi di imprese e società cooperative (il Consorzio Italiano Cooperative Lavoratori Ausiliari Traffico, il Consorzio Nazionale Servizi, Manital  e Miles).
L’accordo consentirà di disciplinare l’affidamento esterno dei servizi di pulizia nelle istituzioni scolastiche dove attualmente svolgono la propria attività soggetti impegnati in Lsu in qualità di collaboratori scolastici. Ciascuna impresa, a partire dal prossimo 1° luglio 2001, dovrà assumere a tempo indeterminato per almeno 30 ore settimanali il personale necessario per i servizi di pulizia.

Un altro importante tassello è stato posto nella nota del 6 giugno, con la quale il Ministero si è impegnato a prorogare per altri due mesi i contratti di appalto per la pulizia nelle scuole materne ed elementari che fino al dicembre 1999 erano a carico dei Comuni e che – dal 1° gennaio 2000 – sono stati rilevati dai singoli Provveditorati.

Le decisioni del Ministero sono state accolte favorevolmente dalle Organizzazioni sindacali che, anzi, negli ultimi mesi anche attraverso le stesse Confederazioni avevano più volte sollecitato l’Amministrazione scolastica ad assumere iniziative in merito.
A Torino, invece, Anp e Andis hanno sottoscritto un documento congiunto nel quale sottolineano l’insufficienza del provvedimento (due mesi di proroga sono considerati pochi) e chiedono che i contratti vengano prorogati fino al 30 giugno del 2002.

I contratti di appalto riguardano in tutta Italia non meno di 20-25 mila operatori il cui lavoro – come sottolineano Andis e Anp – è stato particolarmente apprezzato in questi anni da tutte le componenti scolastiche e soprattutto dalle famiglie.
Il documento torinese assume particolare rilievo politico in quanto segna un riavvicinamento fra due organizzazioni che – nelle scorso settimane – erano entrate in dura polemica fra loro sulla vicenda contrattuale dei dirigenti scolastici.

All’interno della circolare:
-convenzione quadro

-propsetto dei comprensori  e dei corrispondenti consorzi

-allegati A, B, C della convenzione

-Uffici regionali Italia lavoro.

Visita "Ulteriori approfondimenti"

ICOTEA_19_dentro articolo
CONDIVIDI