Home Alunni Studenti, quanto siete digitali? Misuratelo con la “Immersive Summer Camp”

Studenti, quanto siete digitali? Misuratelo con la “Immersive Summer Camp”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La scuola ha chiuso i battenti, l’estate è ufficialmente iniziata. I Bambini e ragazzi possono finalmente riposarsi dopo un anno di studio, compiti in classe ed interrogazioni.

Cosa fare nel periodo estivo?

La domanda che corre d’obbligo tra i genitori è: cosa fargli fare in questo periodo estivo?

Di centri estivi ormai ce ne sono di tutti i gusti e tipologie: da quelli generici a quelli prettamente sportivi, a quelli in lingua inglese. Tra le tante iniziative in tema di centri estivi, quella lanciata da Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con TIM ci sembra molto interessante da raccontare.

ICOTEA_19_dentro articolo

Come sottolinea il quarto rapporto dell’Osservatorio sulle competenze digitali 2018 nelle professioni, nuove e tradizionali, la componente digitale pesa infatti sempre di più, dove si evidenzia che “non basta più guardare al gap di specialisti ICT, ma bisogna anche guardare alla capacità di rispondere alla crescente domanda di abilità (skill) digitali nelle professioni tradizionali”.

Da questa esigenza di trasformazione digitale nasce il campo estivo organizzato da TIM.

Si chiama “Immersive Summer Camp” ed è stato ideato con l’obiettivo di orientare gli studenti verso i nuovi scenari lavorativi. Una vera e propria palestra dell’innovazione all’interno di una location che fa proprio della trasformazione digitale la sua arma vincente.

Venti studenti sono stati selezionati per partecipare, dal 18 al 24 giugno, a una settimana intensiva per essere accompagnati e guidati alla scoperta delle professioni chiave della trasformazione digitale, attraverso un percorso formativo che valorizza la collaborazione tra il mondo delle aziende, della scuola e del non profit.

Il progetto

Un progetto nato nell’ambito del programma Alternanza Scuola-Lavoro che TIM ha promosso in 24 scuole di 10 città italiane che si pone l’ambizioso obiettivo di trasformare i più giovani in protagonisti attivi del cambiamento e della trasformazione digitale del nostro paese. Al momento sono stati formati 600 studenti delle IV classi sui temi delle digital skills.

I 18 migliori studenti provengono da sei scuole romane, tra istituti Tecnici e Licei, che dopo essersi distinti per innovatività e competenze, hanno ricevuto in premio la possibilità di partecipare all’Immersive Summer Camp. Gli altri due studenti provengono dalle zone colpite dal sisma.

Seguiti da esperti  messi a disposizione da TIM e dai formatori della Fondazione Mondo Digitale, i 20 studenti lavoreranno sui temi chiave della Digital Transformation: dalla realtà virtuale per aumentare l’esperienza del cliente, agli strumenti utili a connettere in rete oggetti, ambienti e persone.

Durante la settimana i ragazzi avranno anche la possibilità, di allenare le soft skills più richieste dai modelli lavorativi del futuro: impareranno ad esempio a costruire efficaci team di lavoro, condividere scenari e a migliorare le loro capacità critiche e di problem solving su situazione complesse.

Alla fine del percorso metteranno in campo le competenze e gli strumenti acquisiti per ideare e realizzare un prototipo sul loro primo progetto di innovazione e trasformazione digitale.

Due modelli di formazione

Per TIM e Mondo Digitale il futuro del digitale non può non passare per la formazione.

TIM in particolare, propone due modelli diversi di formazione:

  • la Digital Transformation a scuola
  • lo Storytelling e Digital Transformation per raccontare i cambiamenti

I due modelli si basano su momenti di docenza, in cui specialisti del settore affrontano le dinamiche del mondo del lavoro e in particolare,  come l’innovazione oggi orienti fortemente le attività e il business nel suo complesso. E attività sul campo, cioè dei “project work” presso delle strutture dedicate alla formazione (TIM Academy),  o presso i TIM#WCAP , la funzione di venture capital, i JOL -Joint Open Lab, dove gli studenti potranno conoscere il nostro modo di pensare e creare innovazione.

Preparazione concorso ordinario inglese