Home Politica scolastica Trasferimenti 2016, la Cisl Scuola di Catania attacca il ministro Giannini

Trasferimenti 2016, la Cisl Scuola di Catania attacca il ministro Giannini

CONDIVIDI
  • Credion

La CISL Scuola di Catania diffonde sui social network un comunicato stampa a firma del segretario generale prof. Pippo Denaro, con cui chiede al ministro Giannini di dimettersi per il danno arrecato alle decine di migliaia di insegnanti e delle loro famiglie, ma soprattutto all’immagine della Scuola Italiana e del nostro paese all’estero.

Il motivo della richiesta di dimissioni è legato al “flop” del Miur nelle dinamiche che in questi giorni stanno accompagnando la pubblicazione dei trasferimenti interprovinciali dei docenti della scuola primaria e della scuola dell’infanzia.

Icotea

Ecco il comunicato integrale appena diffuso dalla struttura sindacale territoriale siciliana: 

“Il ritardo rispetto alla tempistica prevista nella pubblicazione dei movimenti di scuola dell’Infanzia e della Primaria. La pubblicazione ieri dei movimenti del personale docente dell’Infanzia ed il successivo annullamento dei provvedimenti per evidenti errori. Cervelloni informatici in tilt.
Hanno creato un danno incalcolabile alle decine di migliaia di insegnanti e delle loro famiglie, ma soprattutto all’immagine della Scuola Italiana e del nostro paese all’estero. 
In un qualsiasi altro Stato  “civile” il Ministro dell’istruzione si sarebbe già dimesso senza se e senza ma. Lei, signora ministro Giannini e’ ancora in tempo.
Faccia la cosa giusta. Dia le dimissioni subito. E le sarà grata tutta l’Italia”.