Home Aggiornamento docenti Tutto quello che c’è da sapere sul bonus 500 euro per la...

Tutto quello che c’è da sapere sul bonus 500 euro per la formazione (video)

CONDIVIDI

La Legge 107/2015 “La Buona Scuola” ha stanziato dei fondi per sostenere la formazione continua dei docenti e valorizzarne le competenze professionali. Può quindi essere speso da ciascun docente di ruolo, in piena autonomia, per tutte quelle attività extrascolastiche utili all’accrescimento e all’innovazione dell’offerta didattica.

 

1)  BONUS 500 EURO

Icotea

I 500 euro per l’anno scolastico 2016/2017 saranno assegnati attraverso l’applicazione web “Carta del Docente”, che dovrebbe essere disponibile all’indirizzo cartadeldocente.istruzione.it (attualmente non attivo) entro il 30 novembre. L’importo, diversamente da prima, non è erogato sul cedolino in modo diretto ma sarà disponibile attraverso un’applicazione che genera “buoni spesa” da impiegare nei punti vendita accreditati.

 

2)  CHI HA DIRITTO AI 500 EURO PREVISTI PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEI DOCENTI? 

Docenti di ruolo delle Istituzioni scolastiche statali a tempo indeterminato, tra cui:

– part time – docenti in periodo di formazione e prova

– docenti assunti e da assumere, in attuazione del Piano straordinario ex L. n.107/2015

– docenti di ruolo che non prestano servizio come insegnanti (distaccati, comandati, ecc.)

– compresi tra i destinatari i docenti di sostegno e gli insegnanti di religione cattolica (sempre di ruolo, s’intende)

 

3)  CHI NON HA DIRITTO

– docenti scuole paritarie

– docenti di ruolo sospesi (sono esclusi per tutto il periodo di sospensione)

– docenti in pensione

– dirigenti scolastici

– personale Ata

 

4)  QUANDO SI POSSONO SPENDERE I 500 EURO?

Nel corso dell’intero arco dell’anno scolastico, cioè fino al 31 agosto 2017

 

5)  SOMME RESIDUE

L’eventuale cifra residua dei 500 euro (o della Carta) che risulti a fine anno scolastico non utilizzata rimane nella disponibilità della Carta dello stesso docente. La cifra residua, però, è utilizzabile soltanto nell’anno scolastico successivo.

 

6) IDENTITA’ DIGITALE

Per registrarsi sull’applicazione e utilizzare la “Carta del Docente” è necessario ottenere l’identità digitale SPID, che ti permetterà di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone. 

E’ già possibile richiedere le credenziali SPID presso uno dei gestori accreditati (http://www.spid.gov.it/richiedi-spid); attraverso l’applicazione ogni docente potrà generare dei “Buoni di spesa” per l’acquisto, presso gli esercenti ed enti accreditati, di prodotti editoriali, corsi di formazione, convegni e altri servizi che rientrano nelle categorie previste dalla legge.

Le società autorizzate all’erogazione degli account SPID (Identity provider) sono al momento quattro: TIM, Poste, Infocert, SIELTECiascuna di esse offre diversi metodi per ottenere un’identità digitale SPID, alcuni sistemi sono completamente gratuiti mentre altri sono a pagamento.

 

NOTA BENE  Non c’è nessuna scadenza ufficiale per richiedere la propria identità digitale.

 

{loadposition bonus_1}

 

7) COSA POSSO ACQUISTARE

 

Ogni docente, utilizzando l’applicazione, potrà generare direttamente dei “Buoni di spesa” per l’acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, per:

 

l’acquisto di pubblicazioni e di riviste utili all’aggiornamento professionale;

Ad esempio un docente di scienze può utilizzare il bonus per acquistare un romanzo? Si, tale spesa è ammissibile in quanto, non deve essere necessariamente attinente alla disciplina insegnata, così come previsto dalla legge 107/2015 (art. 1, comma 7), “che riconosce fondamentale la formazione professionale del docente nel quadro degli obiettivi formativi, che riguardano competenze disciplinari e trasversali, scelte educative e metodologie laboratoriali, non riconducibili a una sola e specifica professionalità”.

l’acquisto di hardware e software;

sì a personal computer, computer portatili o notebook, computer palmari, tablet; no a smartphone e a componenti parziali dei dispositivi elettronici, come toner, cartucce, stampanti, pennette USB e videocamere. Sì a programmi che permettono di consultare enciclopedie, vocabolari, repertori culturali o di progettare modelli matematici o di realizzare disegni tecnici, di videoscrittura e di calcolo (strumenti di office automation); no a programmi e applicazioni non destinati alle specifiche esigenze formative di un docente

l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione;

L’iscrizione a corsi di aggiornamento non solo deve riguardare corsi svolti da enti accreditati, ma deve avere diretta e sostanziale attinenza con la professione (“purché inerente al profilo professionale”). E’ riconosciuta l’iscrizione a corsi on line, purché rientranti nelle caratteristiche di cui sopra e tenuti da enti accreditati o qualificati dal Miur. Ci sarà un’area appositamente dedicata per l’iscrizione ai corsi.

 

l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;

 

l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;

 

l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;

 

iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

 

Nell’area autenticata dell’applicazione potrai generare buoni per acquistare libri o biglietti per cinema, concerti, eventi culturali, musei monumenti e parchi, teatro e danza presso gli esercenti fisici e online aderenti, Per generare il buono dovrai scegliere la tipologia di esercente (fisico o online), l’ambito ed il tipo di bene da acquistare ed indicare l’importo totale del tuo buono con il quale potrai acquistare il bene.

 

Gli importi dei buoni verranno scalati dal tuo “portafoglio” esclusivamente al momento della validazione da parte dell’esercente (sia fisici che online). In qualunque momento puoi decidere di annullare un buono non ancora validato e crearne un altro, sempre nel limite dei 500 euro, ad eccezione dei buoni generati per Musei, Monumenti e Parchi.

 

Nell’area autenticata dell’applicazione puoi sempre controllare lo stato del tuo Bonus verificando l’importo residuo a disposizione per ulteriori acquisti e l’elenco dei buoni prenotati e validati.

 

8) COSA DEVO PRESENTARE ALLA CASSA DI UN ESERCIZIO FISICO PER COMPLETARE L’ACQUISTO?

Puoi completare l’acquisto in diversi modi:

• stampando il buono e presentandolo alla cassa

• presentando alla cassa il tuo dispositivo (ad esempio smartphone o tablet) e visualizzando i dati identificativi del buono, corredati di codice alfanumerico di 8 cifre, QR code e barcode. Così facendo permetterai all’esercente di validare il tuo buono attraverso l’inserimento sul sito, nella sezione dedicata agli esercenti, del suo codice identificativo e del codice identificativo del buono, così da completare l’acquisto.

 

9) COME POSSO SPENDERE IL BUONO SUI SITI DI VENDITA ONLINE?

Puoi completare l’acquisto online indicando, durante il processo di acquisto nel sito di vendita (personalizzato per ogni esercente), il codice del buono che hai generato e che vuoi spendere per l’acquisto.

 

NOTA BENE Le somme eventualmente già spese dal 1° settembre al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso l’applicazione web e saranno erogate, a seguito di specifica rendicontazione, dalle scuole di appartenenza.

 

{loadposition facebook}