Home I lettori ci scrivono Un docente di sostegno ogni due alunni con disabilità: lettera al Ministro

Un docente di sostegno ogni due alunni con disabilità: lettera al Ministro

CONDIVIDI

LA FIRST Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela dei diritti delle persone con disabilità chiede al Ministro Bussetti un immediato riscontro all’articolo in Tecnica della scuola del 18.09.2018 riguardo alla possibile introduzione nella legge di bilancio di una norma che preveda il rapporto 1:2 su tutto il territorio nazionale per ogni provincia.

Di seguito la lettera:

Egr. Sig. Ministro,

In mezzo alla notizia

in data 18.09.2018, la Tecnica della Scuola, a firma di un suo giornalista Sig. Reginaldo Palermo, ha riportato nel contenuto dell’articolo la possibilità che venga inserita nella prossima legge di bilancio “una norma che tenderebbe ad attribuire agli alunni con disabilità un rapporto di 1:2, cioè un docente di sostegno per ogni due alunni con disabilità per ogni provincia” (cfr. articolo).

Ora, pare francamente impossibile ritenere che il giornalista riporti un articolo di tale portata senza la certezza di una fonte giornalistica attendibile.

A ogni buon conto, ritenuto che si tratta di una notizia, che se vera, sarebbe davvero un fatto che riteniamo estremamente grave, in quanto una disposizione siffatta lederebbe in modo rilevante il diritto allo studio, all’istruzione e all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità, ponendosi la norma  in contrasto con sentenze della Corte Costituzionale,(n. 80/2010 in primis), nonché con plurime e consolidate sentenze della magistratura amministrativa e ordinaria, rileviamo, inoltre, la circostanza che  qualora l’ atto è di provenienza governativa  si porrebbe in contrasto col Decreto n. 645 del 31,08.2017, istituivo dell’ Osservatorio Permanente per l’ Inclusione scolastica, il quale, all’art. 8, ha stabilito che “ l’ Osservatorio deve esprimere i pareri su tutti gli atti di iniziativa governativa concernenti l’inclusione scolastica”.

Alla luce di quanto sopra detto, ritenuta l’enorme rilevanza della citata questione, la FIRST chiede formalmente al Sig. Ministro e al Sig. Sottosegretario di smentire “ufficialmente” la notizia riportata dal giornalista della tecnica della scuola come sopra riportata.

Con Osservanza.

FIRST – Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela diritti delle persone con disabilità – già Rete dei 65 movimenti