Home Archivio storico 1998-2013 Generico Un poliziotto per ogni istituto scolastico

Un poliziotto per ogni istituto scolastico

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Da anni si auspicava il poliziotto di quartiere. Oggi arriva il poliziotto di istituto scolastico.
Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero degli Interni, con apposita circolare diramata a tutti i prefetti e a tutti i questori, ha sollecitato l’istituzione, presso ogni scuola, del "poliziotto d’istituto" con lo scopo di vigilare sulla sicurezza degli studenti e di tutto il personale scolastico  prevenendo e combattendo azioni illecite.

Scopo della circolare è quello di istaurare un rapporto di simpatia e di amicizia tra la scuola e le forze dell’ordine, un rapporto, insomma, di confidenza e di fiducia creando l’abitudine a rivolgersi al poliziotto ‘amico’ tutte le volte che studenti, professori e operatori scolastici in genere, avvertono la presenza di persone o situazioni sospette.

Dietro questa strategia c’è, ovviamente, la risposta all’allarme provocato dalla presenza nei pressi delle scuole di pedofili, spacciatori di droga, "bulli", ecc.

Il poliziotto di’istituto, che opererà all’esterno dell’istituto scolastico, dipenderà  dall’Ufficio Minori della Questura. Solo se la sua presenza sarà richiesta dal dirigente scolastico potrà operare all’interno della scuola.

La creazione del "poliziotto d’istituto" vuole rispondere all’esigenza di un’attività di prevenzione, ma anche per  istaurare un rapporto di confidenza tra le forze dell’ordine e la scuola.
L’iniziativa, come al solito, è stata accolta tra opposti pareri. Preoccupazioni e allarmi sono stati espressi dall’Associazione dei Genitori Laici secondo i quali è la scuola che deve trovare al suo interno le forze per prevenire e per difendersi.
Il poliziotto d’istituto non risolve nulla.

La rappresentanza dei genitori dell’Age, da parte sua, ha condiviso l’iniziativa giacché è fin troppo nota la presenza di spacciatori, di bulli e di pedofili nei pressi di scuole per cui è auspicabile che il "poliziotto d’istituto" diventi una figura veramente amica costantemente presente.

Tenuto conto, tuttavia, che gli istituti scolastici in Italia sono più di 10mila e le sedi raggiungono la cifra di 50mila, solo nel tempo il "poliziotto d’istituto" andrà a regime.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese