Home Didattica Un progetto per l’integrazione religiosa

Un progetto per l’integrazione religiosa

CONDIVIDI

In apertura della “Settimana mondiale dell’armonia interreligiosa” istituita dall’Assemblea generale dell’Onu (1-7 febbraio 2017) è stato presentato a Roma da rappresentanti dell’Unione induista italiana (Uii), dell’Unione buddhista italiana (Ubi) e della Comunità religiosa islamica italiana (Coreis) un progetto nazionale, patrocinato dall’Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali della Presidenza del consiglio) e dal Tavolo interreligioso di Roma, rivolto alle scuole superiori denominato “Le religioni sono tutte sorelle: voci di armonia per una società di pace”.

Si tratta di un progetto itinerante, spiega Il Sole 24 Ore, con due obiettivi: momenti di incontro nelle sedi istituzionali e culturali e in luoghi di culto, da un lato, e l’incontro con gli studenti delle scuole superiori, dall’altro.

I promotori dell’iniziativa inviteranno, di volta in volta, a unirsi a questo “coro” anche le altre confessioni religiose.

ICOTEA_19_dentro articolo

L’intento è quello di condividere con gli studenti l’esperienza del dialogo interreligioso e di diffondere una vera pratica e prassi di conoscenza e di apertura verso i portatori di cultura e religione diversa dalla propria.

 

{loadposition deleghe-107}

 

Previste letture di brani tratte dai testi sacri, arricchite a volte anche da espressioni di arte e musica sacra, mentre ogni incontro è finalizzato ad un momento di approfondimento in classe da parte degli studenti che potranno concorrere, tramite elaborati ispirati ai contenuti degli incontri, alla selezione di una rappresentanza di “Ambasciatori di armonia” che dimostrino di aver raccolto il testimone di una responsabilità verso il rispetto del sacro, la cittadinanza interculturale e interreligiosa e l’armonia tra le fedi.

Il progetto lanciato il 1° febbraio è una prosecuzione dell’iniziativa promossa nel 2015 da Coreis e Uii: “Teofonia: note di fedi per un’unica armonia” alla quale per l’edizione del 2017 si è aggiunto l’orizzonte buddhista.

Le scuole che vorranno aderire al progetto potranno contattare i seguenti canali: [email protected] / [email protected] / telefono: 3456091329.