Home I lettori ci scrivono Salerno (Gilda): potenziare l’attenzione sull’ATP di Cosenza

Salerno (Gilda): potenziare l’attenzione sull’ATP di Cosenza

CONDIVIDI

“Trasparenza, rispetto della legalità e imparzialità”, attorno a questi valori ruota l’azione della Gilda provinciale, guidata da Vanda Salerno che, da tempo, denuncia pubblicamente lo stallo amministrativo esistente all’interno dell’ATP di Cosenza.

Lo stato di immobilismo registrato, in modo particolare, in questi ultimi mesi ha prodotto all’interno della classe docente un forte disagio e malessere emotivo a causa della mancata pubblicazione dei provvedimenti connessi alle utilizzazioni e alle assegnazioni provvisorie interprovinciali del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Icotea

La mancata stesura degli elenchi, fino ad oggi, degli aventi diritto alle assegnazioni provvisorie, alle utilizzazioni sottopone i docenti, aspiranti ad ottenere la cattedra in provincia, ad ulteriori difficoltà e disagi che potevano essere evitati se all’interno delle istituzioni fosse prevalso “il buon senso” – ha detto Vanda Salerno – e maggiore senso di responsabilità. Abbiamo chiesto sempre agli organi responsabili che venisse onorato all’interno dei processi amministrativi il principio di “trasparenza, efficienza ed efficacia”, dotando l’ATP di Cosenza di un organico in grado di sopperire alle carenze che, ormai da anni, si registrano nel suo interno.

Carenze, disfunzioni ed inefficienze i hanno ancor di più preso il sopravvento quando l’ATP si è visto rimuovere 11 unità professionali proprio nel momento in cui le attività amministrative richiedevano maggiori sforzi.

Tra questi si annovera il D.S.G.A. incaricato per la formulazione dell’organico di fatto, che peraltro, aveva acquisito competenze specifiche. Vanda salerno manifesta piena solidarietà a tutto il personale interessato al provvedimento di rientro nelle proprie sedi, una scelta- sostiene Vanda Salerno – che ha letteralmente messo in ginocchio l’organizzazione degli uffici provinciali tant’è che le pratiche relative alle assegnazioni e  utilizzazioni vengono curate dall’ATP di Crotone.

Tali fatti inducono la Gilda a chiedere  alle istituzioni interessate di potenziare l’attenzione sull’ATP di Cosenza, che ricorda “è chiamata a gestire un territorio vasto in termini di dimensione orografica, ma soprattutto di problemi che  non possono essere affrontati con soluzioni improvvisate e temporanee”.

Vanda Salerno contesta anche l’ultimo provvedimento di revoca adottato dal dirigente Greco nei confronti di sette unità di personale Ata, in servizio presso l’ATP di Cosenza.

Il  Dirigente dell’ATP  con l’atto emanato dispone: “la revoca del provvedimento di questo ufficio n. 9383 del 7 settembre 2018”.  Lo stesso provvedimento dispone che “le  unità sopra citate  prenderanno servizio nelle scuole di rispettiva assegnazione”. L’esponente sindacale della Gilda contesta  i provvedimenti emessi dal Dirigente dell’ATP di Cosenza in quanto  contribuiscono ulteriormente ad incentivare confusione, alimentando  sospetti e imbarazzi tra i lavoratori della scuola, appartenenti sia al personale docente che al personale Ata.

Intanto lunedì squilla la campanella per tutte le istituzioni scolastiche  della Calabria e le scuole della  provincia di Cosenza   si presenteranno al cospetto degli alunni con  gravi carenze di personale docente.

Vanda Salerno