Home Politica scolastica #ventiquattro mesi di Miur, Giannini: abbiamo lavorato per un’Italia forte e innovativa

#ventiquattro mesi di Miur, Giannini: abbiamo lavorato per un’Italia forte e innovativa

CONDIVIDI

Il Governo taglia il traguardo dei 24 mesi. E tutti i ministeri sono chiamati a presentare il resoconto del loro operato. Anche quello dell’Istruzione.

Che nella serata del 22 febbraio, attraverso una nota, elenca gli interventi più importanti realizzati in questi due anni: tre miliardi in più all’anno di investimento sul capitolo Istruzione, 90.000 docenti assunti fra agosto e novembre 2015, risorse per oltre 4 miliardi per interventi di edilizia scolastica, il lancio del nuovo Piano Nazionale Scuola Digitale. E ancora, l’avvio di un Piano straordinario per l’assunzione di ricercatori nelle Università e negli Enti vigilati dal Miur, risorse aggiuntive per i settori strategici della ricerca, maggiore attenzione al merito e alla qualità nella distribuzione delle risorse agli atenei.

Icotea

Positivo il commento dei #ventiquattro mesi di Governo da parte del ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini.“Il nostro Governo ha messo da subito il tema dell’istruzione e della conoscenza al centro dell’agenda. Siamo convinti che le politiche educative di oggi creeranno la società italiana di domani e che l’investimento sul capitale umano, dalla scuola dell’infanzia all’attrazione dei migliori talenti nei nostri centri di ricerca e nelle nostre Università, siano lo strumento più potente per un’Italia forte, innovativa e in crescita”, ha detto il responsabile del Miur.

“Tutte le misure prese in questi due anni per la scuola soprattutto e, a partire dalla Legge di Stabilità di quest’anno, per l’istruzione superiore, l’università e la ricerca derivano da questa convinzione politica e culturale”, ha detto ancora il ministro.

 

{loadposition bonus_1}

 

LA SINTESI DEI #VENTIQUATTRO MESI DEL GOVERNO RENZI

 

SCUOLA

–       Con la consultazione su #LaBuonaScuola 1,8 milioni di cittadini coinvolti on line e off line. Si torna a parlare di Istruzione e a farlo in tutto il Paese (I numeri: https://labuonascuola.gov.it/i-numeri-della-partecipazione/)

–       Con l’approvazione della legge #LaBuonaScuola 3 miliardi in più all’anno per il capitolo Istruzione, 90.000 docenti già assunti e un concorso in preparazione per 63.712 posti. Potenziata l’offerta formativa (L’infografica:      http://www.istruzione.it/comunicati/DDL_LaBuonaScuola_Senato.html)

–       Lanciato il Piano Nazionale Scuola Digitale, 1 miliardo per nuove competenze, formazione del personale, accesso a Internet, spazi innovativi. Già 600.000 studenti coinvolti nel progetto ‘Programma il Futuro’ per portare a scuola il pensiero computazionale (Leggi il Piano: http://www.istruzione.it/scuola_digitale/index.html)

–       Raddoppiato il Fondo di funzionamento delle scuole, da 111 a oltre 230 milioni. Risorse certe fin dal primo giorno di scuola (Approfondisci: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs181115)

–       Edilizia scolastica #1. Arriva l’Anagrafe nazionale dopo venti anni di attesa: ogni genitore può verificare lo stato di ‘salute’ degli istituti. Istituito l’Osservatorio al Miur con compiti di coordinamento e programmazione. Ufficializzata la Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole ogni 22 novembre (Il sito: http://www.istruzione.it/edilizia_scolastica/)

–       Edilizia scolastica #2. Oltre 4 miliardi investiti, 1.500 cantieri chiusi e altri 1.500 in corso. Via libera a ispezioni sui solai di 7.000 scuole. Progetti per 50 scuole innovative da realizzare con un fondo da 300 milioni.

–       100 mln all’anno per l’alternanza scuola lavoro che diventa strutturale. Per gli Istituti tecnici superiori risorse sempre più legate al livello di occupabilità degli studenti (Approfondisci:     http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs051115)

–       Diversamente abili: riattivato l’Osservatorio per migliorare il coordinamento delle politiche sul tema. Docenti di sostegno: aumentati quelli con un contratto stabile. 1 milione di euro per finanziare 106 sportelli autismo (Il comunicato:    http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs221215bis)

–       Integrazione dei ragazzi di cittadinanza non italiana: per la prima volta stanziate risorse specifiche, 500.000 euro per studio della lingua italiana e altri 500.000 per i minori non accompagnati (Il comunicato: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs090915)

–       Nel 2015 le scuole pubblicano il loro primo Rapporto di autovalutazione con i relativi piani di miglioramento. Partecipa oltre il 95% degli istituti  (Approfondisci: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs031115bis)

–       Avviato il primo Piano di ispezioni nelle scuole paritarie per contrastare i diplomifici: 600 le scuole da visitare (Approfondisci http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs071215bis)

–       Expo: oltre 5 milioni di studenti coinvolti fra visite e progetti realizzati (I numeri: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs311015)

 

AFAM

–       Aumentate le risorse sul settore (+19%) con più attenzione al tema dell’internazionalizzazione, sostegno agli istituti pareggiati

–       Conservatori, 1.000 euro a studente per l’acquisto di uno strumento per lo studio attraverso la Legge di Stabilità (Il comunicato: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs201215)

 

 UNIVERSITÀ E RICERCA

–       Fondo ordinario degli atenei stabilizzato a 6,9 miliardi. Accelerazione sui fondi assegnati sulla base della premialità (Il comunicato: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs070515)

–       Previsto un Piano straordinario per il reclutamento di ricercatori: 861 per le Università e 215 per gli Enti di ricerca vigilati dal Miur. Ok a 500 cattedre di eccellenza (Il comunicato:      http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs180216

–       Ricerca, pronto il Pnr da 2,5 miliardi. Aumentati i finanziamenti su settori strategici come quello dello Spazio

–       Stanziati 92 milioni per il nuovo bando Prin, per finanziare la ricerca di base degli atenei. Procedure semplificate e maggiore apertura ai giovani ricercatori (Il comunicato:        http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs111115

–       Diritto allo studio, stanziati con la Legge di Stabilità 55 milioni aggiuntivi per il 2016. Si arriva a 217 milioni di budget, uno dei più alti degli ultimi venti anni

–       Specializzazioni mediche: con la legge di Stabilità 2016 le borse statali diventano stabilmente 6.000 dopo anni di incertezze (Il comunicato: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs201215)

–       Riattivati i tirocini Maeci-Crui per portare studenti nelle Rappresentanze diplomatiche (Il comunicato:    http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs110615)

 

{loadposition facebook}