Home Attualità Via libera ai fondi per l’acquisto di abbonamenti a giornali per gli...

Via libera ai fondi per l’acquisto di abbonamenti a giornali per gli studenti

CONDIVIDI
  • Credion

La Legge di Bilancio 2020 ha stanziato aiuti alle scuole che vogliono attivare un abbonamento a una testata, anche nella versione digitale.

Già da questo anno scolastico, così come segnala La Repubblica, le scuole secondarie di primo grado – statali e paritarie – possono acquistare “uno o più abbonamenti a quotidiani, periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale”.

Icotea

Per questi abbonamenti, possono contare su un contributo “pari al 90 per cento della spesa”. Stesso contributo del 90% della spesa è previsto per le scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado.

Potranno comprare, in questo caso, “uno o più abbonamenti a periodici e riviste scientifiche e di settore”.

 

I soldi disponibili sono 20 milioni di euro.

Gli studenti potranno utilizzare la Carta dello Studente IoStudio e possono chiedere il bonus attraverso le scuole.

Cosa dice la norma

I commi 389, 390 e 391 introducono la possibilità per le scuole e gli studenti di fruire di contributi, fino al 90%, per l’acquisto di abbonamenti a giornali, periodici e riviste.

In particolare, per l’anno 2020 è previsto che:

  1. le istituzioni scolastiche statali e paritarie di ogni ordine e grado, che acquistino il materiale sopra indicato (anche in formato digitale), possano ottenere un contributo fino al 90% della spesa sostenuta;
  2. le istituzioni scolastiche statali e paritarie, che adottino programmi per la promozione della lettura critica e l’educazione ai contenuti informativi nell’ambito del Piano per l’offerta formativa rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado, possano ottenere un contributo fino al 90% della spesa sostenuta per acquistare il materiale sopra indicato;
  3. gli studenti censiti nell’Anagrafe nazionale studenti e frequentanti le scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie (per l’anno scolastico corrente, in via sperimentale, l’iniziativa è rivolta agli studenti che frequentano la prima classe), che prendano parte a programmi per la promozione della lettura critica e l’educazione ai contenuti informativi nell’ambito della scuola di appartenenza, possano ottenere voucher virtuali (utilizzando la Carta dello studente “IoStudio”) per l’acquisto del materiale sopra indicato.