Home Personale Viaggi di istruzione, il vademecum della Polizia stradale per viaggiare in sicurezza

Viaggi di istruzione, il vademecum della Polizia stradale per viaggiare in sicurezza

CONDIVIDI

Per supportare le scuole nell’organizzazione delle gite scolastiche la Polizia stradale ha elaborato un utile documento nel quale sono evidenziati alcuni aspetti fondamentali da non trascurare, soprattutto quando il viaggio presuppone l’uso di un mezzo di trasporto a noleggio con conducente.

Innanzitutto, è importante scegliere accuratamente l’impresa di trasporto, facendo attenzione a non farsi condizionare troppo da considerazioni esclusivamente di ordine economico e avendo cura di contemperare le esigenze di risparmio con le garanzie di sicurezza.

Icotea

In particolare, le ditte devono documentare di essere in possesso dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività di noleggio autobus con conducente, di essere in regola con la normativa sulla sicurezza sul lavoro e di aver provveduto alla redazione del Documento di Valutazione dei Rischi,  di essere autorizzati all’esercizio della professione (AEP) e iscritte al Registro Elettronico Nazionale (REN) del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti,  di avvalersi di conducenti in possesso dei prescritti titoli abilitativi e di mezzi idonei.

Le imprese devono inoltre dimostrare che il mezzo sia regolarmente dotato dello strumento di controllo dei tempi di guida e di riposo del conducente (cronotachigrafo o tachigrafo digitale), coperto da polizza assicurativa RCA, che il personale addetto alla guida sia titolare di rapporto di lavoro dipendente ovvero che sia titolare, socio o collaboratore dell’impresa stessa, in regola con i versamenti contributivi obbligatori INPS e INAIL. Il dirigente scolastico, dovrà altresì ricordarsi di acquisire attraverso il servizio on line INPS-INAIL il Documento unico di regolarità contributiva (DURC) in corso di validità.

Altro elemento da accertare è l’idoneità e la condotta alla guida del conducente,che deve essereprovata principalmente dal possesso della patente di guida categoria D e della Carta di Qualificazione del Conducente (CQC) per il trasporto di persone, in corso di validità,  rilevabile dal documento stesso.

Durante il viaggio, gli accompagnatori dovranno prestare attenzione al fatto il conducente di un autobus non assuma sostanze stupefacenti, psicotrope (psicofarmaci) né bevande alcoliche, neppure in modica quantità. Inoltre, durante la guida egli non può far uso di apparecchi radiotelefonici o usare cuffie sonore, salvo apparecchi a viva voce o dotati di auricolare. È opportuno prestare attenzione anche alla velocità tenuta e al rispetto dei tempi di guida e di riposo.

Infine, l’idoneità del veicolo è attestata essenzialmente dalla visita di revisione annuale, il cui esito è riportato sulla carta di circolazione. L’autobus deve essere dotato di estintori e di “dischi” indicanti le velocità massime consentite, applicati nella parte posteriore del veicolo: 80 km/h e 100 km/h.

Per consentire alla Polizia Stradale di organizzare i servizi di controllo, compatibilmente con le altre attività istituzionali e fatte salve eventuali emergenze, i dirigenti scolastici avranno cura di inviare alla Sezione Polizia Stradale del capoluogo di provincia della località in cui avrà inizio il viaggio, una comunicazione secondo l’allegato schema.