Home Attualità Vite sconvolte dalla buona scuola: parlano i docenti

Vite sconvolte dalla buona scuola: parlano i docenti

CONDIVIDI
  • GUERINI
Il portale d’informazione on-line Fanpage ha raccolto la testimonianza di alcuni docenti che stanno vivendo sulla propria pelle gli effetti pratici dell’applicazione della Legge 107/2015, la Legge cosiddetta della “buona scuola”.

Come scrive Fanpage, l’approvazione della 107 ha generato molte proteste. Nella legge, tra i tanti altri, ci sono due più aspetti controversi: il piano straordinario di assunzioni per i docenti precari in graduatoria da molti anni vincolato a una mobilità territoriale, quindi una disponibilità a trasferirsi anche lontano dalla città di origine e la cosiddetta “chiamata diretta”, una chiamata per competenze dei docenti di ruolo da parte dei dirigenti scolastici.

A Fanpage parlano gli insegnanti delle graduatorie a esaurimento, i precari “storici” che con il piano straordinario di assunzioni stabilito dalla legge 107 sono stati collocati in ruolo, previa presentazione di una domanda che prevede la disponibilità a trasferirsi in una provincia diversa da quella di appartenenza.