Home Politica scolastica Zingaretti: “5 punti per rilanciare il governo”. C’è anche la scuola

Zingaretti: “5 punti per rilanciare il governo”. C’è anche la scuola

CONDIVIDI

“Oggi dal Pd le proposte per un piano strategico per l’Italia. Ora basta picconare e distruggere. È tempo di ricostruire: investimenti verdi, digitale, scuola, conoscenza, infrastrutture, stato sociale, lotta alla burocrazia per creare lavoro e comunità”. Così su Twitter il segretario del Pd, Nicola Zingaretti.

In sintesi i pilastri, illustrati dal leader dem, sono: rivoluzione verde per tornare a crescere, Italia semplice per sburocratizzare a favore di imprese e cittadini, Equity Act per parità salariale uomo-donna ed equilibrio nord-sud, aumento della spesa per l’educazione, piano per la salute e l’assistenza.

I cinque obiettivi politici del segretario Pd

“Dobbiamo puntare al totale efficientamento energetico di tutti gli edifici pubblici italiani” – ha suggerito Zingaretti – “Se diretto bene, potrebbe dare vita alla più grande cantierizzazione green della storia della Repubblica”. “L’Italia può diventare l’Hub della green economy europea”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il secondo obiettivo è “un piano che porti dall’Italia della burocrazia all’Italia semplice. In Italia c’è una cultura subalterna alle imprese e c’è una cultura contro le imprese. Dobbiamo incardinare e costruire una cultura pro-impresa: in Italia si produce poco per una serie di fattori che noi sappiamo quali sono. Noi dobbiamo costruire politiche che diano a chi vuole fare l’imprenditore in questo Paese dei tempi certi nei rapporti con lo stato”. Serve poi “un grande investimento pubblico sul tema della rivoluzione digitale, porci il problema anche per una questione di sicurezza nazionale, il fatto che non abbiamo un attore di livello internazionale degno di questo nome, non avere un gigante della information tecnology”.

Terzo: “C’è bisogno di più equità: dobbiamo costruire un coordinamento dei sindaci dei comuni sotto i cinquemila abitanti per avere il punto di vista di questi comuni. Dobbiamo chiamare a raccolta il mondo associativo, mettere in campo politiche per a sicurezza urbana”.

Quarto: “Il tema della scuola, la costruzione di scuole aperte di pomeriggio, l’idea di 500 mila assunzioni per riempire lo stato di una nuova generazione di amministratori. Si sblocchi il turn over e si apra una stagione nuova”.

Infine, “un piano per la salute e l’assistenza, con l’istituzione dell’infermiere di condominio, l’aumento dell’indennità di accompagnamento. Ecco qual è una agenda di cose che cambiano l’Italia”.