Home Attualità 80 viaggi privati a spese dello Stato, gli ex alleati del M5S...

80 viaggi privati a spese dello Stato, gli ex alleati del M5S contro Bussetti: non condividevamo nulla

CONDIVIDI

Ha fatto clamore l’inchiesta della Repubblica, commentata dalla Tecnica della Scuola, sui presunti 80 viaggi “sospetti” (su 133) realizzati dall’ex ministro dell’Istruzione Marco Bussetti durante il suo mandato a Viale Trastevere: in poco più di un anno, sostiene il quotidiano romano, oltre alla diaria avrebbe fatto spendere allo Stato oltre 25 mila euro. E ora, alcuni dei più alti esponenti del M5S sul fronte scolastico prendono le distanze dall’ex titolare del Miur.

Azzolina (M5S): così si alimentano malcontento e frustrazione

Ad accogliere la notizia con meraviglia e una buona dose di sdegno è stata la sottosegretaria all’Istruzione Lucia Azzolina (M5S): raggiunta telefonicamente dall’Ansa, la pentastellata parla di “un resoconto abbastanza impietoso” ma poi precisa che non compete a lei “ovviamente verificarne la fondatezza. Il problema è che in una fase in cui si lavora per trovare risorse da destinare al mondo della scuola, che come noto ne ha urgente bisogno, un messaggio di questo tipo è dannosissimo”.

Azzolina sottolinea che “così si alimentano malcontento e frustrazione”: comunque, “su questi temi il movimento di cui faccio parte ha sempre avuto posizioni molto severe. E purtroppo, mi viene da dire, il nostro messaggio è ancora attuale. È una questione di opportunità, prima ancora che di spreco di denaro pubblico. Ci sono politici evidentemente che non hanno ben capito quale impatto anche simbolico abbiano determinati comportamenti”.

ICOTEA_19_dentro articolo

La sottosegretaria prende le distanze delle scelte dell’ex ministro leghista, con il quale ha comunque condiviso l’azione per oltre 13 mesi: “Delle scelte del ministro Bussetti non ho condiviso quasi niente, ma spero tanto che questa notizia sia presto smentita. Me lo auguro – conclude Azzolina – per l’immagine del Ministero di cui faccio parte”.

Gallo (M5S): un’altra pagina triste della Lega

Ancora più severo è il giudizio del deputato del MoVimento 5 Stelle Luigi Gallo, presidente della commissione Cultura della Camera, per il quale “se trovasse conferma quanto riportato oggi da Repubblica rispetto alla condotta dell’ex ministro leghista Bussetti, sarebbe un’altra pagina triste scritta da un esponente del Carroccio e un pesante danno d’immagine per il ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca”.

Secondo l’on. Luigi Gallo, siamo dinanzi ad “una condotta su cui il MoVimento 5 Stelle chiede che si faccia immediatamente chiarezza: sosterremo l’interrogazione che la collega Vittoria Casa ha presentato a questo scopo e adotteremo ogni atto utile a tutelare la reputazione di un dicastero così importante e delicato. La politica deve dare il buon esempio anche quando sono altri uomini politici a non mostrarsi all’altezza”.

Casa (M5S): subito interrogazione

Il riferimento dell’on. Gallo è all’annuncio di Vittoria Casa, deputata del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura.

“Tra gli eventi – ha scritto Casa su facebook – figuravano anche viaggi in Costa Azzurra. Da non crederci! Presenterò immediatamente un’interrogazione per capire in che modo siano stati utilizzati i soldi dei cittadini italiani”.