Home Università e Afam A Pisa tensione tra studenti e polizia per la visita di Mattarella

A Pisa tensione tra studenti e polizia per la visita di Mattarella

CONDIVIDI

Momenti di tensione in piazza dei Cavalieri, a Pisa, dove una cinquantina di studenti universitari hanno contestando “le nuove modalità di calcolo delle fasce Isee” davanti alla sede della Normale, dove il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha partecipato all’inaugurazione dell’anno accademico.

Icotea

“Mattarella pagaci le tasse” e “Mattarella dicci qualcosa”, gli slogan più scanditi. Contatti e spintoni sono avvenuti tra manifestanti e agenti della polizia, che presidiano l’accesso alla piazza, bloccato da semplici transenne.

Icotea

Poco prima il capo dello Stato aveva ascoltato la relazione di Fabio Beltram, direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa. “Spero vivamente che questa risorsa sia utilizzata appieno dal nostro Paese: noi siamo disponibili e ci offriamo anzi come laboratorio per l’innovazione e la creazione di nuove prassi” ha detto Beltram ringraziando il presidente Mattarella la sua presenza alla cerimonia. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è uscito dal Gran Hotel Duomo di Pisa alle 10.40 e ha passeggiato per circa 20 minuti sotto la Torre pendente e in piazza dei Miracoli accompagnato dalla scorsa e dal suo staff. Il consigliere Simone Guerrini, pisano, gli ha fatto da guida.

 Poi il capo dello Stato fuori dall’albergo ha salutato un gruppetto di persone che lo stava aspettando e stretto la mano a un cameriere bengalese di un ristorante vicino che gli si è avvicinato per salutarlo.

“Pisa è bellissima – ha risposto Mattarella a quanti gli chiedevano un impressione su questo breve soggiorno pisano – del resto è una città che conosco molto bene ma che ogni volta è un piacere visitare perché è molto bella”.

Il presidente ha raggiunto a piedi piazza dei Miracoli gremita di turisti e in molti anche stranieri lo hanno riconosciuto e applaudito.