Home Generale AFAM, parte la petizione per ripristinare le cattedre d’italiano nelle Università delle...

AFAM, parte la petizione per ripristinare le cattedre d’italiano nelle Università delle arti e della Musica

CONDIVIDI

Il Ministero dell’Istruzione ha approvato i nuovi piani di studi dei Conservatori e sta approvando quello delle altre Istituzioni (AFAM) nelle quali si studia l’Arte (Accademie di belle Arti – Danza – Cinema – Teatro).

Con ciò si elimineranno gli esami di lingua e letteratura italiana,  nonostante l’importanza della nostra cultura per l’Arte tutta e nonostante, in queste Istituzioni, aumentino considerevolmente gli studenti stranieri che NON conoscono la nostra lingua.

Il Decreto di istituzione delle aree disciplinari, specificando i contenuti della materia, così recita :

ICOTEA_19_dentro articolo
“Il settore concerne gli studi sulla lingua italiana e sui dialetti parlati in Italia, con riferimento alle strutture fonetiche, fonologiche, morfologiche, sintattiche e lessicologiche, nonché le problematiche e metodologie di didattica della lingua italiana per stranieri. Si studiano anche le opere e le culture letterarie e i relativi autori (anche in altra lingua prodotte nel medesimo contesto storico geografico) con particolare riferimento alla produzione musicale”.

Quindi, a causa dei nuovi piani di studi scompaiono dalla formazione degli artisti, tra gli altri: Dante, Petrarca, Manzoni, Leopardi, Verga, D’Annunzio, Montale.

La petizione

A tal proposito è stata lanciata una petizione per opporsi a tale nuovo ordinamento. I motivi della firma sono riassunti in questi 3 punti:

1) Reinserire l’esame di Lingua e Letteratura Italiana nelle nuove lauree di Conservatori e Accademie

2) Dare quindi la possibilità ai ragazzi italiani e stranieri di conoscere e approfondire questa materia e perfezionarla

3) Assumere a tempo indeterminato almeno due docenti di Lingua e Letteratura italiana per ogni Istituzione dell’Arte in Italia utilizzando: A) le graduatorie di coloro che hanno superato l’unico concorso a cattedre per titoli ed esami che sia mai stato bandito in Italia; B) le graduatorie nazionali ad esaurimento

 

CONDIVIDI