Home I lettori ci scrivono Aggiornamento GPS, per il prossimo biennio si profila una soluzione

Aggiornamento GPS, per il prossimo biennio si profila una soluzione

CONDIVIDI

Sembrerebbe, come ci comunica il Senatore Pittoni,  che sia certa la proroga del regolamento delle supplenze (OM 60/20), mentre si dovrebbero rinnovare le GPS per il prossimo biennio 22/23 e 23/24. 
I docenti potranno aggiornare quest’anno (luglio?) i loro punteggi in GPS,  trasferire la domanda di inserimento in graduatoria in un’ altra provincia, inserirsi in graduatoria per la prima volta.

Si profila quindi la fine di un braccio di ferro tra il Ministero, i sindacati della scuola e alcune forze politiche, tra quelli che volevano prorogare le graduatorie di un anno (Ministero per mancanza di impiegati negli uffici periferici ) e gli altri che volevano aggiornarle per il prossimo biennio, sindacati e alcuni partiti tra cui citiamo il PD e la Lega con Pittoni). Nei giorni SBC aveva sentito esponenti dei partiti, Ghizzoni PD  (contraria) e Pittoni altresì contrario e alla ricerca di soluzioni con il MI.

Icotea

SBC da subito, al di là di posizioni individualistiche di alcuni precari che avrebbero voluto cristallizzare la loro posizione in GPS per mera ed egoistica convenienza personale, si è subito schierata per l’aggiornamento delle GPS per tre ragioni, bisogna dare la possibilità ai docenti di spendere in GPS il servizio acquisito con sacrificio e coraggio in questi due anni di pandemia, pagato con molto ritardo e svolto in condizione di estremo disagio; per consentire a chi intende lavorare con continuità per un anno intero di trasferire la provincia di inserimento in genere dal sud al nord, dove oggi è concentrata la maggiore richiesta di supplenti e infine per dare l’opportunità ai giovani che hanno conseguito o conseguiranno il titolo di studio entro la data di scadenza della domanda di inserirsi nella seconda fascia delle GPS.

Ora ci auguriamo che questa proroga sia ufficializzata al più presto per dare serenità ai 700.000 precari coinvolti nell’aggiornamento delle GPS senza contare chi ora avrà  modo di inserirsi per la prima volta.

Scuola Bene Comune