Home Precari Aggiornamento graduatorie istituto: sarà a distanza?

Aggiornamento graduatorie istituto: sarà a distanza?

CONDIVIDI

La Flc Cgil, tramite un comunicato stampa, affronta il tema dell’aggiornamento graduatorie istituto 2020, previsto prima dell’estate.

L’emergenza coronavirus sta mettendo in dubbio tantissimi adempimenti che riguardano la scuola infatti, come i concorsi. L’aggiornamento delle graduatorie di istituto è un altro tema che sta imperversando sui social.

Aggiornamento graduatorie istituto 2020: usiamo un sistema digitale?

Ma il sindacato guidato da Francesco Sinopoli avrebbe pensato ad una soluzione: “l’emergenza che stiamo affrontando ha posto a tutto il mondo della scuola il tema dell’uso appropriato della tecnologia, e se docenti, dirigenti e personale ATA hanno risposto a questa sfida con una grande professionalità, il Ministero non può tirarsi indietro”. “Esistono software, prosegue la Flc Cgil, con i quali l’aggiornamento potrebbe avvenire in modalità telematica e con sistemi automatici di calcolo del punteggio”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Moltissimi utenti chiedono certezze, che ovviamente non si possono avere allo stato attuale. Tuttavia, è bene pensare all’ipotesi di una valida alternativa. Per la Flc Cgil “sarebbe un errore rinviare questo appuntamento a causa della crisi che stiamo vivendo: lo aspettano migliaia di precari che hanno diritto ad inserire servizi e titoli culturali maturati nel triennio, lo attendono le migliaia di laureati che che hanno conseguito il titolo dal 2017 ad oggi, e serve alle scuole che devono poter contare su graduatorie aggiornate, senza subire il sovraccarico di lavoro legato ad un ricorso abnorme alle messe a disposizione”.

Aggiornamento graduatorie istituto 2020: nuove iscrizioni

Oltre ad aggiornare i titoli per i docenti già iscritti, di nuove iscrizioni in graduatoria di istituto.

Bisogna ricordare per il rinnovo graduatorie terza fascia che potranno inserirsi anche quei docenti già iscritti in precedenza e che oggi vorrebbero far valere nuovi titoli per altri insegnamenti.

Aumenta il punteggio in graduatoria con la certificazione EIPASS (CLICCA QUI)

Infatti, il decreto scuola recita: «In occasione dell’aggiornamento previsto nell’anno scolastico 2019/2020, l’inserimento nella terza fascia delle graduatorie per posto comune nella scuola secondaria è riservato ai soggetti precedentemente inseriti nella medesima terza fascia nonché ai soggetti in possesso dei titoli di cui all’articolo 5, commi 1, lettera b), e 2, lettera b), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59 ».

In definitiva, ricordiamo che per quanto riguarda il rinnovo graduatorie terza fascia, potranno partecipare anche i nuovi laureati e diplomati che, oltre al titolo di studio valido per l’insegnamento, siano anche in possesso di 24 CFU nelle discipline antropo-psico- pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche;

Bisogna sottolineare che anche i diplomati Itp potranno iscriversi alle graduatorie terza fascia 2020 ma, a differenza di altre procedure che riguardano l’inserimento nei ruoli di docente, come i concorsi, dovranno possedere anche loro i 24 Cfu.

Aggiornamento graduatorie istituto 2020 terza fascia docenti: ci sono le graduatorie provinciali

Ricordiamo infine, che i docenti di terza fascia, sia coloro che sono già inseriti e che aggiorneranno il punteggio sia quelli che si inseriranno per la prima volta, oltre a scegliere le 20 scuole di una provincia per le supplenze brevi e temporanee in sostituzione dei docenti momentaneamente assenti, saranno anche inseriti in una graduatoria provinciale della stessa provincia delle 20 scuole scelte per il conferimento delle supplenze annuali al 30 giugno o al 31 agosto e se in possesso del titolo di sostegno anche nella graduatoria provinciale di sostegno.

Rimangono molti dubbi in merito. Diversi docenti interessati all’aggiornamento graduatorie istituto 2020, riferiscono che alcuni sindacati ritengono che la scuola capofila dovrebbe restare, nonostante con le graduatorie provinciali ciò non sia previsto. Il motivo sarebbe rintracciabile nello scarso organico degli ATP, che dovrebbero gestire appunto le graduatorie provinciali.

Insomma, da questo punto di vista si resta alla finestra per eventuali nuove comunicazioni.

 

Leggi anche

Aggiornamento graduatorie Istituto II e III fascia, ecco come aumentare il punteggio